Ven12042020

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente In Campania 23 casi e zona rossa nel napoletano. I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 584. De Luca: mobilitare forza pubblica

Politica e Ambiente

In Campania 23 casi e zona rossa nel napoletano. I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 584. De Luca: mobilitare forza pubblica

Riscontrato un tampone positivo riferito ad una persona di Avellino rientrata da un viaggio all'estero. Verifiche ad Atripalda e Santa Paolina, dove domenica sono stati trovati i nuovi casi. A Sant'Antonio Abate individuato un nuovo focolaio e scattano le misure restrittive.

Cotugno 20200201 082406N.R. - 12 Agosto 2020 - In Campania i positivi al Covid-19 salgono a 5.114 per 23 nuovi casi riscontrati nelle ultime 24 ore su appena 1.142 tamponi (351.505 dall’inizio della pandemia). Si registra una nuova risalita dei casi, dopo la leggera flessione della giornata precedente. Dopo quello di Mondragone, esplode un nuovo focolaio, stavolta a Napoli, collegato a due strutture ricettive di Sant’Antonio Abate.

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto fino al 25 agosto la chiusura delle strutture ricettive “La Sonrisa” e “Hotel Villa Palmentiello”, site nel territorio di Sant’Antonio Abate, con «obbligo di disinfezione e sanificazione di tutti i locali prima della riapertura».

coronavirus Regione CampaniaFino al 14 agosto anche ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora nella via Croce di Gragnano nel territorio di Sant’Antonio Abate, è fatto obbligo di isolamento domiciliareInoltre tutti coloro che hanno frequentato le due strutture negli ultimi 15 giorni dovranno contattare l’Asl e isolarsi presso il proprio domicilio.

Il Governatore, in una nota, chiede al Governo di attivare procedure rigorose per sanzionare le strutture e gli esercizi pubblici dove non viene garantita la massima sicurezzaNuova ordinanza sui rientri dall’estero: dovranno contattare l’Asl anche i cittadini che tornano avendo fatto scalo intermedio in Italia prima di arrivare in Campania. L’ultimo bollettino regionale dice che il virus circola uniformemente anche tra Salerno, Caserta e Avellino e nelle ultime 24 ore è salito anche il totale delle vittime del coronavirus per un paziente morto nelle ultime 24 ore, il secondo in 48 ore. Il bilancio ora è di 440 pazienti deceduti. In crescita il numero dei guariti, 4.272, per 18 pazienti dichiarati ristabiliti.

Bollettino 11 agosto 2020LA SITUAZIONE CLINICA -  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17 di ieri, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 44 (+10) in terapia intensiva (+1), mentre 357 (+45) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioè detratti i guariti e i deceduti, sono 402 (+4) contro i 5.114 dall’inizio della pandemia.

MINI ZONA ROSSA A SANT’ANTONIO ABATE - Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto fino al 25 agosto la chiusura delle strutture ricettive “La Sonrisa” e “Hotel Villa Palmentiello”, site nel territorio di Sant’Antonio Abate (NA), con S.Antonio Abateobbligo di disinfezione e sanificazione di tutti i locali prima della riapertura. Fino al 14 agosto i cittadini aventi residenza, domicilio o dimora nella via Croce di Gragnano nel territorio di Sant’Antonio Abate è fatto obbligo di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni. Possono accedere alla propria residenza, domicilio o dimora sita nella menzionata strada, con obbligo di rimanervi in regime di isolamento domiciliare e di sottoporsi a tutti i controlli sanitari disposti dalla ASL competente, che eseguirà i test sierologici e/o tamponi diagnostici a tutta la popolazione del Comune di Sant’Antonio Abate. I residenti in Campania, che abbiano partecipato, negli ultimi 14 giorni, a feste ed eventi presso le strutture ricettive “La Sonrisa” e “Hotel Villa Palmentiello” sono obbligate all’isolamento domiciliare fiduciario fino al compimento di 14 giorni dalla data dell’evento.

De lucaDE LUCA INVOCA AZIONI PENALI -  «È indispensabile avere il massimo rigore e assumere decisioni immediate per spegnere da subito ogni focolaio di contagio», ha dichiarato il Governatore De Luca. «Occorre chiamare a rispondere anche sul piano penale quegli operatori che subordinano la vita delle persone ai propri affari, ignorando le regole di sicurezza», ammonisce De Luca. «Registriamo intanto due fenomeni gravi: l’abbassamento forte dell’età dei contagiati; e il dilagare di contagi importati da altri Paesi, anche da parte di nostri connazionali. Rivolgo al Governo una richiesta precisa: si organizzi ad horas un piano specifico di controlli capillari che mobiliti in maniera massiccia e quotidiana tutte le forze dell’ordine, per garantire il rispetto delle norme anti Covid». Il Governatore prosegue spiegando che «è impensabile che si possa gestire con efficacia questa fase transitoria senza questi interventi. L’assenza di un tale piano, unito a comportamenti irresponsabili di singoli cittadini e operatori, è destinato a produrre una nuova esplosione del contagio». De Luca conclude avvertendo: «Ho detto ripetutamente e ripeto: in queste condizioni c’è il rischio di non arrivare neanche a settembre, con il nuovo anno scolastico alle porte».