Mer08122020

autonoleggio

Back Sei qui: Home Sport Altri Sport MOTO GP: A JEREZ NAKAGAMI E ZARCO PROTAGONISTI DELLE LIBERE

Sport

MOTO GP: A JEREZ NAKAGAMI E ZARCO PROTAGONISTI DELLE LIBERE

yamahaIn attesa di rivedere in sella Marc Marquez, che ha saltato per infortunion entrambi i turni di prove libere del venerdì, a Jerez de la Frontera Takaaki Nakagami "stacca" il miglior tempo del secondo turno di prove libere del GP di Andalusia davanti a Johann Zarco (Ducati Avintia) ed a Pol Espargaro (KTM Factory) . Dal quarto al sesto posto le Yamaha di Franco Morbidelli, Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Valentino Rossi ottavo alle spalle della Suzuki di Joan Mir. Dodicesimo Andrea Dovizioso. Sono i piloti emergenti a farla da padroni nel secondo turni di prove libere del GP di Andalusia. Il miglior tempo della sessione pomeridiana lo mette a segno TakaakI Nakagami che già in mattinata (in assenza di Marc Marquez, atteso in pista sabato) aveva firmato la miglior prestazione Honda, anche se in quel caso si era trattato solo dell'ottavo tempo di un turno che aveva visto protagonisti i piloti di Yamaha e KTM. In sella alla Honda LCR, Nakagami ha staccato di 144 millesimi Johann Zarco (Ducati Avintia) e di 174 Pol Espargaro (KTM Factory), finito lungo e scivolato nella ghiaia (poco dopo imitato dal compagno di marca Iker Lecuona) appena dopo aver stabilito quello che - in quel momento - era il miglior tempo assoluto. Passo indietro per la Yamaha: Morbidelli, Vinales e Quartararo (vicitore domenica scorsa del GP di Spagna su questo stesso asfalto) occupano le posizioni dalla quarta alla sesta e ad impedire alla Casa giapponese di mettere in fila tutte le sue moto ci ha pensato Joan Mir che, in sella alla Suzuki ufficiale,ha preceduto Valentino Rossi, relegandolo all'ottava casella della classifica, a 577 millesimi da Nakagami. Qualcosa di simile succede anche nelle posizioni immediatamente a ridosso di quella occupata dal "Dottore". Nona e decima sono infatti le Ducati Pramac di Francesco Bagnaia e Jack Miller, 12esima e 13esima quelle ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Tra i ducatisti si è inserito Brad Binder, 11esimo con la seconda KTM Factory.