Lun07132020

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie CRONACHE & D'INTORNI News e Dintorni A proposito del focolaio di Mondragone: Denuncia della FLAICA UNITI CUB Caserta

A proposito del focolaio di Mondragone: Denuncia della FLAICA UNITI CUB Caserta

I lavoratori del settore igiene urbana del Comune di Mondragone, dopo 3 mesi di pandemia, sono ancora senza i necessari dispositivi di sicurezza per il Covid-19.

MONDRAGONE 277x180N.R. - 26 giugno 2020 - La Flaica Uniti CUB di Caserta, il 24 giugno ha inviato, per l’ennesima volta, una pec per la richiesta di un incontro urgente ai vari organi di tutela per la sicurezza sui luoghi di lavoro e principalmente riferendosi al Comune di Mondragone e alla ditta D.H.I. Spa, che si occupa dell’appalto per l’igiene urbana del comune casertano. “Le manifestazioni dei lavoratori nelle settimane scorse purtroppo non son servite a niente, se oggi siamo ancora di punto e da capo”, denuncia la FLAICA Uniti CUB Caserta.

raccolta dei rifiuti e1379351644868Proprio in questi momenti particolari che sta vivendo la comunità mondragonese, a seguito dei numerosi casi di contagio al COVID-19, con la conseguente messa in quarantena e la dichiarazione di “zona rossa” un intero edificio, i lavoratori, rappresentati dall’ Organizzazione Sindacale, denunciano che non sono adeguatamente forniti di idonei d.p.i. (dispositivi di protezione individuale), così come richiesto dal dpcm del 26 aprile 2020, quindi, vivono quotidianamente con la paura di essere esposti a rischio di contagio. Anche per le loro mansioni a stretto contatto con la cittadinanza, poiché le maestranze da loro svolte, richiedono anche il servizio di porta a porta.

mondragone flaicaLa Flaica Uniti CUB, per questo, ritiene indispensabile in questo momento critico, di mettere in sicurezza i lavoratori e tutelare anche le loro famiglie:”E’ da sconsiderati in questo momento fare finta che il problema non sussista; non accettiamo che ancora una volta i lavoratori vengano mandati al macello solo per svolgere il proprio lavoro. Ricordiamo che il virus non è scomparso, ma circola ancora nel nostro territorio. Pertantocontinuano i denuncianti - se non vengono immediatamente esaudite le richieste dei lavoratori, si agirà diversamente. Siamo stanchi di sopportare che i lavoratori del settore vengono sempre dimenticati da tutti. Per noi la salute viene prima di tutto!