Gio09242020

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Notizie OGGI Mons. Felice Cece, Arcivescovo Emerito di Sorrento-Castellammare di Stabia è tornato alla Casa del Signore

Mons. Felice Cece, Arcivescovo Emerito di Sorrento-Castellammare di Stabia è tornato alla Casa del Signore

In lutto le Comunità Ecclesiali di Sorrento-Castellammare e di Nola.

Mons. Cece e AnnunziataModestino Annunziata – 12.05.2020 - Apprendo ora la notizia della dipartita del carissimo Mons. Felice Cece, Arcivescovo Emerito di Sorrento-Castellammare di Stabia (1989-2012). Personalmente, in qualità di Eventi Fotografici, lo conobbi, nel mese di Gennaio dell'anno 2011, nella sua città natale di Cimitile, in provincia di Napoli, in occasione dei solenni festeggiamenti per San Felice in Pincis.

Mons. Felice Cece era nato a Cimitile, comune in provincia di Napoli, il 26 marzo 1936. Ha compiuto gli studi teologici presso la Pontificia Facoltà di Posillipo e si è laureato in Filosofia presso l’Università di Napoli. Entrato in seminario, poco dopo l'inizio degli anni cinquanta, venne ordinato sacerdote per la Diocesi di Nola, nella cattedrale, il 5 luglio del 1959 dal vescovo di allora, Mons. Adolfo Binni.
Dopo aver avuto vari incarichi all'interno della Diocesi:
assistente di Azione Cattolica, docente di teologia dogmatica nel  Seminario Regionale di Benevento , professore di Storia e Filosofia nel Liceo Vescovile Parificato di Nola , direttore della Scuola Teologica “G. Duns Scoto “, direttore dell’Ufficio Catechistico e Vicario Episcopale, il 17 agosto 1984 venne nominato vescovo di Calvi e Teano da papa Giovanni Paolo II e ricevette la consacrazione episcopale il 20 ottobre, nella cattedrale di Nola, dal cardinale Bernardin Gantin, decano del collegio cardinalizio; coconsacranti furono Mons. Giuseppe Costanzo, vescovo di Nola,  e Mons. Matteo Guido Sperandeo, vescovo emerito di Calvi e Teano, nonché suo predecessore.
A seguito dell'unificazione delle Diocesi di Calvi e Teano, disposta dalla Congregazione per i vescovi, il 30 settembre 1986 venne nominato primo vescovo della Diocesi di Teano-Calvi. Nel 1987 è nominato anche
segretario della Conferenza Episcopale Campana.
ll 12 luglio 1988 la Santa Sede lo nominò Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Sorrento-Castellammare, poi, l'8 febbraio 1989, fu promosso arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia dallo stesso papa Giovanni Paolo II.
Il 10 marzo 2012, dopo23 anni, è stata accolta la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia per raggiunti limiti d'età, diventandone arcivescovo emerito. E
' ritornato alla casa del padre oggi 12 maggio 2020, all'età di 84 anni, R.I.P.

La salma, proveniente dalla Cattedrale di Castellammare di Stabia, giungerà domani, 13 maggio, alle ore 18.00, nella Chiesa Madre del Cimitero di CimitileAi familiari tutti ed alle Comunità ecclesiali di Castellammare e di Nola, le sentite condoglianze de Il Meridiano.