Lun12052022

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Angolo Opinioni Angolo della scuola Al Liceo Scientifico di Mugnano del Cardinale, Sezione del “Nobile-Amundsen”, in scena la Giornata della Memoria e del Ricordo

Angolo Opinioni

Al Liceo Scientifico di Mugnano del Cardinale, Sezione del “Nobile-Amundsen”, in scena la Giornata della Memoria e del Ricordo

Importante iniziativa culturale che ha ricordato due appuntamenti istituzionali, a coronamento di una serie di approfondimenti effettuati, nelle settimane precedenti, dagli studenti guidati dai loro Docenti. 

Giornata della memoria a Mugnano IMG 20200218 WA0013P.L. - 29.02.2020 - Una importante iniziativa culturale, promossa dal prof. Andrea Canonico, responsabile del plesso, si è tenuta lo scorso 19 febbraio, presso il Liceo Scientifico di Mugnano del Cardinale, che si conferma come uno dei principali presìdi della cultura e della formazione del territorio mandamentale. L’argomento messo in campo è stato quello della riflessione su due eventi istitutivi che si celebrano nel nostro Paese, e precisamente “Il Giorno della Memoria”, una ricorrenza internazionale che si celebra il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto, designato dalla risoluzione 60/7 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria, e “Il Giorno del Ricordo”, una solennità civile nazionale italiana, che si celebra il 10 febbraio di ogni anno e istituita con la legge 30 marzo 2004.

giornata della memoria 800x540L'Italia ha formalmente istituito la giornata commemorativa, nello stesso giorno, alcuni anni prima della corrispondente risoluzione delle Nazioni Unite: essa ricorda le vittime dell'Olocausto, delle leggi razziali e coloro che hanno messo a rischio la propria vita per proteggere i perseguitati ebrei, nonché tutti i deportati militari e politici italiani nella Germania nazista.

Gli articoli 1 e 2 della legge 20 luglio 2000 n. 211 definiscono così le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria: «La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e foto 1 Mugnanoschieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all'articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere

Giorno del RicordoIl Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno e istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, che vuole «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

La data prescelta è il giorno in cui, nel 1947, furono firmati i trattati di pace di Parigi, che assegnavano alla Jugoslavia l'Istria, il Quarnaro, la città di Zara con la sua provincia e la maggior parte della Venezia Giulia, in precedenza facenti parte dell'Italia.

La legge 30 marzo 2004, n. 92, regolarmente promulgata dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, fu pubblicata nella “Gazzetta Ufficiale” n. 86 del 13 aprile 2004.

foto 3 MugnanoGli articoli 1 e 2 della legge 30 marzo 2004 n. 92 definiscono così le finalità e le celebrazioni del Giorno del RicordoLa Repubblica riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.
Nella giornata [...] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell'Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all'estero

foto 2 MugnanoHa introdotto e coordinato i lavori il Dott. Filomeno Caruso. Sono intervenuti: il Presidente della Provincia di Avellino, Domenico Biancardi; la Presidente dell’Associazione “Lotta per la vita”, Anna Cantelmo; il Presidente dell’AMCI Sezione di Nola, Antonio Falcone; Mario De Simone, testimone della Shoah; Don Francesco Stanzione e la poetessa e giornalista Antonietta Gnerre.

La manifestazione, ovviamente, non è stata fine a sé stessa, ma è stata preceduta, nelle settimane precedenti, da una serie di approfondimenti effettuati dagli studenti guidati dai Docenti del dinamico Liceo di Mugnano.
La bella e interessante mattinata si è conclusa con l’esibizione canora di Fabio Picciocchi – Berlino 84 con le canzoni “Sotto la pioggia” e “Milano-Avellino”, che hanno riscosso l’entusiastico apprezzamento dei presenti, soprattutto dai ragazzi.