Dom09272020

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Economia LE PROPOSTE DI PMI INTERNATIONAL AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA PER RIPARTIRE

Economia e Finanza

LE PROPOSTE DI PMI INTERNATIONAL AL PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA PER RIPARTIRE

Lettera aperta del presidente Salvatore Guerriero, sottoscritta dal Consiglio di Amministrazione e da tutti gli imprenditori associati della Confederazione delle Imprese nel Mondo per la fase 2 del Coronavirus.

Consiglio PMI Int. Le proposte in sintesi sono:

-       Provvedere ai test per tutti i lavoratori prima di iniziare le attività;

-       Incentivare, con appositi contributi, le aziende ad aggiornare i Piani di Sicurezza, dettati dalle nuove necessità dovute alla prevenzione del coronavirus;

-    Sostenere le piccole attività artigianali ed imprenditoriali, nonché negozi e botteghe tipiche,pi zzerie e ristoranti, con ulteriori "incentivi di incoraggiamento" per evitare l'abbandono, causato in particolare dal fermo prolungato delle attività con le gravi flessioni di fatturato;

-   Sostenere le tante iniziative di start up innovative, consentendo ai più giovani di poter proseguire le attività legate in particolare alla tecnologia e alla loro spiccata vocazione digitale. Sarebbe un modo per accendere fiducia e speranza, evitando ulteriori perdite di energie e di talenti giovanili, particolarmente utili per il rilancio della "Terra di Campania".

Il mercato ha, poi, bisogno di:

- Formazione esperenziale a distanza sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro;

- Strategie di Apprendimento nella Didattica a Distanza;

- Consulenza e formazione a distanza per supportare il cambiamento aziendale per l’introduzione dello Smartworking;

- Sessioni di coaching, sia personali che di team, on Line per supporto al cambiamento che stiamo vivendo

Bisogna considerare, inoltre, tutto l'indotto del Turismo, quindi anche dei fornitori delle strutture turistiche, come lavanderie industriali e fornitori di tessuti e detersivi ecc... A queste categorie non si è pensato neanche lontanamente, eppure sono stati tra i primi ad essere colpiti dalla crisi per effetto domino. 

Per il Rilancio dei settori produttivi e, quindi, anche dell'edilizia civile con titolarietà cooperativistica, si evidenziano queste necessità:

1- il credito d'imposta per box-auto o cantinole pertinenziali, di nuova costruzione o ristrutturati, dovrebbe divenire cedibile ad istituti di credito sin dall'apertura cantiere; 

2 - il rapporto tra ente locale e cooperativa per abitanti per la cessione di aree demaniali dismesse dovrebbe avvenire in via diretta, salvo valutazione economica del prezzo di vendita demandato all'agenzia del territorio;

3 - il permesso a costruire per strutture interrate destinate a parcheggi prevalentemente pertinenziali, dovrebbe essere rilasciato totalmente in deroga sia agli strumenti urbanistici (come già dettato in parte dalla L. 122/89 e s.m.i.) e sia alle previsioni paesaggistico-archeologiche oggi vigenti, fatte salve le normative di sicurezza per gli aspetti idrogeologici e/o strutturali.

4 - Aiutare gli agenti in attività finanziaria, categoria non rientrante in quei codici ateco perché impediti al lavoro, ma comunque fortemente penalizzata, pur se iscritti regolarmente all'lnps e alla Camera di Commercio. 

A nome del Consiglio e di tutti gli Imprenditori associati della Confederazione delle Imprese nel Mondo si ringrazia il presidente, on. De luca, per l'opportunità offerta

In attesa di positivo riscontro alla presente, si porgono i più cordiali saluti e gli auguri di buon lavoro. 

Il Presidente

Dott. Salvatore Guerriero