Mar07072020

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Lavoro Area nolana: Lo Chef di Comiziano, Carmine Bellucci, proclamato Eccellenza italiana a Sanremo 2020

Economia e Finanza

Area nolana: Lo Chef di Comiziano, Carmine Bellucci, proclamato Eccellenza italiana a Sanremo 2020

Storia di passione e lavoro nell’intervista con Giovanni Alfano da ilc@zziblog del 4 marzo 2020.

bellucci 1D - Come nasce la passione per la cucina?

R - La cucina è una filosofia di vita che parte dal cuore e ti travolge di emozioni e fantasie come se stessi suonando un piano dipingendo un quadro di Vincent van Gogh. E così è stato anche per me. Sin da adolescente ho avuto la passione per la cucina. A 14 anni, dopo gli esami di terza media la mia vacanza ideale non è si è ridotta a sguazzare in riva al mare con gli amici, ma andare in un ristorante stellato di Monaco di Baviera per vedere da vicino come si svolgeva il lavoro di uno chef. Da quel momento in poi l’arte culinaria non mi ha più abbandonato. 

 

D - Come è cominciato il percorso formativo? 

R - Dopo la scuola alberghiera sono stato accanto ai migliori chef del mondo come Gualtiero Marchesi, Paul Bocuse, Joël Robuchon, Bernard Loiseau e tanti altri, ho partecipato ad alcuni stage nei ristoranti di Firenze, Milano, Capri e Francia

 

D - E quello professionale?

R - Ho lavorato a Napoli nei più rinomati hotel a 5 Stelle prima di andare in alcune esclusive località delle Alpi come Cortina d’Ampezzo, Courmayer, Milano, Riccione, Firenze, Siena, Venezia, Cgatania, Taormina e Scoglitti. Nel 1990 ho lavorato all’estero in qualità di primo chef, a Herrscing in Baviera, mentre nel 1998 ho inaugurato un ristorante in Toscana a Castellina in Chianti, dove ho ospitato gente del calibro di Antonio Banderas, Valeria Mazza, Vittorio Cecchi Gori, Cristina Cellai, Giancarlo Antognoni e tutti i giocatori dell’A.C. Fiorentina

 

D - I rapporti con i media?

R - Nel 1999 ho partecipato alla trasmissione La Vecchia Fattoria in onda su Rai Uno

 

D - Oltre i confini nazionali?

R - Un anno dopo la mia prima esperienza d’ Oltre Oceano è stata ad Hollywood, dove mi sono dapprima occupato di cucina regionale dimostrativa per poi lavorare nella catena degli Hotel Hilton

 

D - In Italia?

R - Ritorno in Italia e continuo a lavorare negli alberghi di lusso Dal Nord al Sud, partecipo con una società di Napoli al Pranzo nel Vaticano in onore di Papa Giovanni Paolo II° nel 2009 insieme al mio staff di cucina, sala e direzione inauguro il Grand Hotel Vigna Nocelli *****L di Lucera in qualità di Executive Chef e food & beverage manager. Dal 2011 ad oggi mi occupo di aperture e consulenza alberghiera in Italia e all’estero, ho anche avviato una società di Catering specializzata in eventi; e, date anche le numerosissime richieste di consulenza e aggiornamenti nel settore, dal 2012 ho aperto una Scuola di cucina (Art Culinary University) con corsi sia presso le aziende che nella mia struttura con corsi rivolti agli amatori, professionisti, a ragazzi appena terminati gli studi.

 

D - Riconoscimenti?

R - Dopo continui sacrifici oggi vengo riconosciuto come l’Eccellenza italiana 2020 a Sanremo.