Sab06062020

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente Carmine Sommese, primario dell’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola e primo cittadino di Saviano, positivo al Covid-19

Politica e Ambiente

Carmine Sommese, primario dell’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola e primo cittadino di Saviano, positivo al Covid-19

Un post della propria bacheca Facebook ha dato la notizia, che ha inevitabilmente sconvolto e scosso la popolazione mandamentale. Sono arrivati attestati di solidarietà e d’affetto da parte di alcuni sindaci, ma si sono diffusi subito fake-news allarmanti. L’invito è quello di informarsi solamente tramite i canali ufficiali d’informazione e soprattutto di restare a casa e di uscire solamente per strette necessità.

 

Carmine SommesseFrancesco Alfonso Barlotti – 20.03.2020 - Il primo cittadino di Saviano, il dottore Carmine Sommese, è risultato positivo al Covid-19. Il primario dell’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola tramite un post della propria bacheca Facebook ha dato la notizia:”Carissimi, solo nelle ultime ore ho avuto la conferma di essere positivo al Covid-19. Sto bene, ma dovrò rimanere in isolamento per i prossimi giorni, mettendo in campo tutte le risorse per proseguire il mio lavoro. Per ovvie ragioni, chiunque abbia avuto contatti con me nelle scorse due settimane dovrà contattare immediatamente le Autorità sanitarie, allorquando dovessero manifestarsi sintomi comuni del coronavirus (febbre oltre 37,5 gradi, difficoltà respiratorie, tosse). Nell’interesse di tutti, vi invito ancora una volta a restare in casa, rispettando rigorosamente e con senso di responsabilità, tutte le misure adottate per la prevenzione ed il controllo della diffusione del coronavirus. La mia professione di medico ed il mio ruolo di Sindaco mi hanno inevitabilmente esposto ad un maggiore rischio di contagio. Spesso si rimane feriti da ciò che più si ama, dal mio aver combattuto, in prima linea e senza risparmiarmi, la battaglia che tutti noi stiamo vivendo. Attinto da una malattia silente e diventato paziente, rafforzo il mio amore per la medicina e la dedizione alla mia cittadina, perché la mia esperienza di contatti umani e di quanti a me si sono affidati mi ha reso migliore, oggi più di ieri. Tornerò presto a contrastare questa emergenza sanitaria, insieme NE USCIREMO VINCITORI.”

Sommese nel post affidato al social network di Zuckemberg invita tutti coloro, che sono entrati in contatto a contattare immediatamente le Autorità sanitarie, affinché venga attivata al più presto la profilassi di rito.

La fascia tricolore di Saviano è molto conosciuta e stimata nel territorio baianese, in virtù della sua attività professionale e del legame col Mandamento. Il primario dell’ospedale di Nola è alla guida de “La città del Carnevale” per il quarto mandato, il secondo consecutivo e pertanto, il legame con il comune partenopeo è ancora più forte. 

Non sono mancati attestati di solidarietà e d’affetto al dottore Sommese. Sempre tramite Facebook sono arrivati messaggi del sindaco di Baiano Enrico Montanaro e del primo cittadino di Avella Domenico Biancardi.

Montanaro scrive:”Un abbraccio al dottore Carmine Sommese che purtroppo è risultato positivo al Covid - 19. La sua passione per l'attività medica e la sua umanità lo hanno portato in questi giorni a non risparmiarsi ed anzi ad intensificare il suo lavoro per far sì che tutti avessero degna assistenza medica e purtroppo questa sua dedizione lo ha portato ad essere lui stesso contagiato. A lui e a tutti i medici che in queste ore stanno spendendo le proprie energie fisiche e mentali rischiando la loro vita va il nostro sincero ringraziamento. Inoltre invito come ben detto dal dottore Sommese, chiunque ha avuto contatti con lui nelle ultime settimane a contattare necessariamente le autorità sanitarie. Restare a casa e rispettare tutte le regole è importante e determinante per uscire da questa emergenza.”

Il Presidente della Provincia di Avellino e sindaco di Avella affida un messaggio di incoraggiamento al suo omologo Sommese:”Carissimo Carmine ...io, la mia famiglia e la mia comunità avellana auguriamo a te ogni bene e tanta salute !! Ti siamo vicini in questo delicato momento della tua vita ...supererai con forza e con la stessa caparbietà e attaccamento che giorno per giorno metti per la tua professione, per gli ammalati e per la tua comunità che egregiamente amministri !! Un abbraccio forte amico mio e a presto !!.”

La notizia ha inevitabilmente sconvolto e scosso la popolazione mandamentale per il legame del medico con la zona, ma ancora di più dalla diffusione di una fake-news.

In un audio circolante tramite la chat messagistica di WhatsApp si affermava che una commessa di un noto supermercato di Avella si fosse sentita male e fosse stato necessario l’intervento del 118. La presunta commessa avrebbe avuto un malore dovuto allo “stress lavorativo” e che sarebbero stati prognosticati i sintomi del Covid-19. Ovviamente l’attività commerciale non è stata chiusa, ma soprattutto nessuno si è sentito male e non vi è stata la necessità dell’intervento del 118

In meno di pochi giorni si registra la seconda fake-news, precedentemente era stato colpito il comune di Mugnano del Cardinale con un presunto caso di coronavirus, che non fa altro che creare inutili allarmismi e preoccupazione, già in una situazione così delicata e complicata per l’Italia afflitta dal “nemico invisibile e pericoloso”.

In questo periodo così delicato e particolare l’invito è quello di informarsi solamente tramite i canali ufficiali d’informazione e non di credere ad eventuali canali secondari, ma soprattutto è quello di restare a casa e di uscire solamente per strette necessità.