Mar02182020

Warning: mysqli_num_rows() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 263 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 180 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 203
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/modules/mod_tcvn_banner_slider/tmpl/default.php on line 25

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Politica Convegno ad Avella organizzato da Europa Verde

Politica e Ambiente

Convegno ad Avella organizzato da Europa Verde

Si è discusso di “Immigrazione il dovere dell’accoglienza e il rispetto della legalità”.

 

Avella Immigrazione N.R. – 31.01.2020 - L’emigrazione porta masse innumerevoli e crescenti di persone ad abbandonare situazioni invivibili per effetto di conflitti, persecuzioni politiche, razziali e religiose, devastazioni ambientali, siccità, epidemie, crisi economiche, ecc., sicché, prima ancora di ogni valutazione giuridica, costituisce una necessità oggettiva e incomprimibile, espressione di un legittimo desiderio di sopravvivenza delle persone coinvolte.

Questa semplice premessa vanifica tutte le politiche che si oppongono alle migrazioni, politiche che fanno leva sulle paure del cittadino comune, additandogli un facile bersaglio. E’ la politica di coloro che, incapaci o comunque lungi dal lottare per imporre gli interessi popolari, si accontentano di dire alla gente che,.se stanno male, è per colpa dei “clandestini” e dei Rom”.

Convenzione di GinevraScendendo sul piano più prettamente giuridico, l’accoglienza costituisce in vari casi un dovere anche da questo punto di vista. Pensiamo alla situazione dei richiedenti asilo, di cui la Convenzione di Ginevra del 1951 nel combinato disposto con il Protocollo di New York del 1967,  impone l’accoglimento, qualora fuggano una persecuzione per “motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche”. La fonte appena citata impone in questi casi agli Stati di accoglienza di concedere ai rifugiati un certo trattamento che non deve essere inferiore a quello più favorevole applicato ai cittadini di un Paese straniero. In realtà, a moltissime persone che si trovano in queste condizioni non è concesso il diritto di richiedere asilo, per cui devono rivolgersi a organizzazioni criminali che lucrano notevoli profitti e ne provocano in vari casi la morte.

Convenzione di Ginevra sul Rifugiato images8BL6KD1BLimmigrazione, evento del nostro tempo tra i più tragici in assoluto, tocca direttamente l’Italia, con l’emigrazione di centinaia di migliaia di persone disperate dall’Africa verso l’Europa. Dopo lo schiavismo che con le navi negriere, tra il XVI e il XIX secolo, determinò la morte di un intero continente organizzando la deportazione di milioni di giovani, a distanza di oltre un secolo, i mari sembrano non essere ancora sazi del sangue di chi ha come unica colpa la povertà. Uomini, donne e bambini, con la speranza di una vita migliore, sfidano la morte nella traversata del Mediterraneo, perché la vita, in certi posti, vale meno di una speranza.

Enza LucianoNel nostro Paese, tra becere speculazioni politiche, fenomeni di sfruttamento e tentativi confusi di accoglienza e assistenza, che fanno dell’Italia l’emblema del fallimento totale dell’Europa su questo problema, ognuno di noi, prima come essere umano e poi come cittadino, si sente coinvolto e cerca di dare un contributo.

Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli 823x450 1 326x245Queste le tematiche affrontate nel corso di un confronto con i cittadini organizzato da Europa Verde ad Avella il 30 gennaio nella Sala Alvarez de Toledo del Palazzo Baronale, con inizio alle 19.00.

Hanno preso parte al dibattito: Enza Luciano, Consigliera di Parità della Provincia di imagesDBWTGTFVAvellino, che si è sempre schierata in prima linea per combattere fenomeni di razzismo e intolleranza; il Consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, rappresentante di una nuova idea di napoletanità, basata sul rispetto totale delle leggi e delle regole civili; Don Aniello Manganiello, il prete di Scampia, autore del libro: Gesù è più forte della camorra. Ha introdotto e coordinato i lavori Pellegrino Palmieri