Gio09192019

autonoleggio

Back Sei qui: Home Cultura e Spettacoli Spettacoli Napoli Teatro Festival: Casamarciano tra i 40 luoghi del programma

Cultura e Spettacoli

Napoli Teatro Festival: Casamarciano tra i 40 luoghi del programma

Venerdì in scena "Canti e suoni della dimenticanza" di Roberto De Simone. Spettacolo NTFI per le Universiadi Napoli 2019.

 

Foto Santa Maria del PlescoAutilia Napolitano - 28 giugno 2019 - C'è anche Casamarciano tra i quaranta luoghi della Campania inseriti nel ricco programma di "Napoli Teatro Festival", la mega rassegna culturale che, per 37 giorni consecutivi, fino al 14 luglio, porterà in giro per l'intero territorio regionale circa 110 spettacoli tra reading, installazioni sceniche e recital, di cui oltre 60 prime nazionali.

Un contenitore dalle grandi dimensioni culturali che mette in rete da un lato le competenze artistiche di oltre 800 artisti, dall'altro i luoghi simbolo delle comunità coinvolte, di cui Napoli è comune capofila.

In quest'ottica di promozione si colloca il Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco che, venerdì 28 giugno, ospiterà "Canti e suoni della dimenticanza", il recital di Raffaello Converso con le orchestrazioni del maestro Roberto De Simone.

L'appuntamento è per le ore 21.00 e segue i criteri indicati dall'organizzazione con un biglietto di ingresso simbolico di 8 euro.

Manzi"Una grande occasione per Casamarciano ma soprattutto una nuova opportunità di crescita e visibilità che arriva alla vigilia della IX edizione del 'Festival Scenari Casamarciano' - dichiara il sindaco Andrea Manzi - Continua con sempre nuovi stimoli il percorso iniziato nove anni fa e che ci vede sempre più proiettati in circuiti di prestigio rappresentando al meglio la nostra naturale vocazione artistica che, nel teatro, trova la sua massima espressione. Siamo orgogliosi del cammino intrapreso e di questa nuova vetrina che anticipa, di fatto, quanto accadrà nei prossimi mesi, prima con le Giornate di Commedia Annibale Sersale e poi con il Festival di settembre che, come già annunciato, cambierà ancora una volta look. Pronti a stupire e a guardare al futuro nel segno della cultura ".

NAPOLI TEATRO FESTIVALCon "Canti e suoni della dimenticanza", Raffaello Converso realizza un progetto antologico che comprende un arco musicale che spazia storicamente dalle cinquecentesche villanelle della «Napoli gentile» alle settecentesche reminiscenze pergolesiane o vinciane di eccellenti arie dell’Opera buffa, dalle ottocentesche melodie pervenuteci dalle altissime trascrizioni strumentali redatte da Mauro Giuliani, da Ferdinando Carulli, da Fernando Sor, fino all’approdo di Di Giacomo, melodizzato romanticamente dal Costa e dal De Leva. L’ensemble esecutivo comprende, oltre a Raffaello Converso, una compagine strumentale di plettri, chitarre, qualche strumento ad arco, la cui stilizzazione armonica, o contrappuntistica, si avvale della sapienza compositiva di Roberto De Simone.

Raffaello Converso«Etimologicamente, Posillipo trae la sua denominazione dal significato di “luogo della dimenticanza, “dell’oblio” ” - spiega Raffaello Converso -, in relazione  al fascino ammaliante e seduttivo della maga Circe e della sirena Partenope. In tal senso, Franz Listz intitolò alcune sue elaborazioni pianistiche di canti napoletani Notti di Posillipo, a sottintendere momenti di sospensione storica, dello smarrimento del presente, nel flusso di voci evocate dalla memoria immaginaria della smemorizzazione».

 

SCHEDA

DI RAFFAELLO CONVERSO
ORCHESTRAZIONI ROBERTO DE SIMONE
CON RAFFAELLO CONVERSO (VOCE, CHITARRA, MANDOLINO E VIOLINO) ANTONELLO PALIOTTI (DIREZIONE MUSICALE E CHITARRA), FRANCO PONZO (CHITARRA), MICHELE DE MARTINO (MANDOLINO I), FEDERICO MADDALUNO (MANDOLINO II), EDOARDO CONVERSO (MANDOLA), SALVATORE DELLA VECCHIA (MANDOLONCELLO), LEONARDO MASSA (VIOLONCELLO).

 

Replica del concerto:

7 luglio 2019, ore 21.00
durata 1 ora e 15 min
Napoli - Chiesa di Santa Maria della Colonna