Angolo Opinioni

L’Irpinia è la casa delle associazioni: un progetto grande e ambizioso per far vivere i territori oltre l’estate

  • Stampa

Dalla prima assemblea pubblica negli spazi della Pinacoteca di Teora è nato il Coordinamento delle associazioni irpine: tanti hanno partecipato e altri si uniranno alla costruzione di un’idea che valorizzi le intelligenze, le tradizioni, i saperi di una terra che non ha nessuna intenzione di morire. La prima sperimentazione sarà un calendario di eventi connessi e condivisi da tenersi, nei diversi comuni, dal 2 all’8 settembre: si andrà avanti con gli incontri itineranti lontani dai pulpiti e dalle cattedre, consapevoli della grande forza che appartiene a chi si impegna ogni giorno per far crescere le nostre aree interne.

Coordinamento associazoni arton71216 a83ccLa riflessione di Pietro Sibilia, Consigliere comunale con delega alla cultura e al turismo del Comune di Teora.

01.04.2019 - E’ nato il Coordinamento delle associazioni irpine. Si è costituito sabato negli spazi della Pinacoteca – Museo d’Arte Moderna di Teora, alla fine di una prima assemblea pubblica molto partecipata. In tanti infatti hanno risposto alla chiamata. Altri non c’erano fisicamente, ma hanno chiesto di partecipare nel prosieguo alla costruzione di un’idea che valorizzi le intelligenze, le tradizioni, i saperi di una terra che non ha nessuna intenzione di morire. Un’assise in cerchio, senza pulpiti e senza cattedre, in cui tante associazioni hanno portato le loro esperienze, le loro critiche costruttive, le loro aspirazioni, riempiendo la sala di aspirazioni e potenzialità.

Raccogliendosi attorno alla volontà comune e condivisa di un rilancio sociale, culturale ed economico delle nostre comunità, le tante associazioni presenti hanno voluto costituire un’unione virtuosa di collaborazione e di scambio di idee, conoscenze ed esperienze, per organizzarsi in un primo progetto sperimentale: una serie di eventi coordinati da tenersi, nei diversi comuni, dal 2 all’8 settembre. Ogni associazione, ciascuna per il proprio settore di competenza, costruirà un segmento di quella settimana individuando luogo, giorno e orario di svolgimento. Il Coordinamento, costituito da un rappresentante per ogni associazione, avrà l’obbiettivo di armonizzare le varie iniziative, tesserne le connessioni e costruire il calendario collettivo.

La necessità è quella di andare oltre il mese di agosto, quando l’Irpinia pare risvegliarsi in centinaia di appuntamenti isolati per il ritorno dei suoi figli sparsi per il mondo. L’obiettivo lungo termine è invece quello far vivere, oltre questo tempo breve dell’anno, il suo patrimonio di bellezza naturale e culturale e per farlo si è scelto un progetto comune che, nelle aspirazioni del Coordinamento appena nato, esordirà nei prossimi mesi col suo primo tentativo di programmazione, per proseguire anche nelle future stagioni.

Come stanno andando le ricerche, quali proposte arriveranno e come saranno organizzate lo scopriremo durante la prossima assemblea pubblica che si terrà sempre a Teora - sabato 27 aprile alle 17, stessa sede – ma i successivi incontri, seguendo una volontà comune e con l’intenzione di valorizzare il nuovo spirito mutualistico, saranno itineranti e si svolgeranno nei vari comuni delle associazioni aderenti. Il coordinamento è aperto a chiunque voglia impegnarsi per alimentare questo innovativo e grande progetto di rilancio del nostro territorio e delle nostre comunità.

Abbiamo trovato grande forza nell’idea di continuare, condivisa da tutti e tutte: non ci muoviamo contro niente e contro nessuno, ma insieme, a casa di tutti. Nella nostra Irpinia che esiste e ha bisogno di essere conosciuta, comunicata attraverso la consapevolezza di chi ogni giorno lavora per vederla crescere e oggi ha a disposizione uno spazio immateriale in cui ritrovarsi.

La foto è di Nicola Casciano

Le adesioni al Coordinamento possono essere comunicate all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.