Le Donne del Vino in Campania hanno festeggiato la Festa Nazionale dell’Associazione con tre appuntamenti

Dal Calice alla Cantina, emozioni e design al femminiledi sabato 2 marzo presso il Pan a Napoli, festeggiato l’8 Marzo in carrozza sul treno storico per Lapio. Lunedì 18 Marzo appuntamento presso la sede dell’Ambasciata Americana di Napoli.

locandina evento treno per lapioC.G. - 18.03.2019 - Hanno scelto l’Irpinia Wine Valley, le Donne del Vino della Campania per celebrare la Festa Nazionale dell’Associazione, che si svolge diffusamente in tutte le Regioni italiane dal 2 al 9 marzo, con eventi collettivi e individuali, nelle cantine, nei ristoranti e nelle enoteche delle socie. Tema comune «Donne vino e design».

L’appuntamento in Irpinia segue il primo evento in programma a Napoli, dal titolo “Dal Calice alla Cantina, emozioni e design al femminile”, che si è tenuto sabato 2 marzo 2019, alle ore 10.30, presso il Pan | Palazzo delle Arti Napoli.

Avellino RocchettaUn treno per l’Irpinia” si è svolto, infatti, venerdi 8 Marzo, a Lapio, in provincia di Avellino, terra dell’elegante Fiano DOCG, dove la delegazione campana delle Donne del Vino, da poco rinnovata nella guida con la giovane e determinata imprenditrice Valentina Carputo, si è portata per un’interessante degustazione delle diverse espressioni varietali di vino Fiano, prodotto dalle socie nelle aree vocate.
L’originalità è costituita anche dal viaggio vero e proprio, che è avvenuto con un mezzo di trasporto speciale ed emblematico per la viticoltura Irpina: il treno della tratta storica Avellino – Rocchetta Sant’Antonio, un patrimonio infrastrutturale di rilievo storico e paesaggistico foto Mauro Morettidelle aree interne dell’Irpinia, una cerniera della “wine valley”, così come definita da Mauro Moretti, Presidente della Fondazione FS, autore del progetto di Fondazione FS Italiane, RFI, Federico II di Napoli e il supporto della Regione Campania.
Costruita a partire dal 1889, la ferrovia fu inaugurata nel 1895, anche grazie all’impegno di Francesco De Sanctis, Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, con un tracciato lungo 120 km tra Campania, Basilicata e Puglia, intercettando  le valli del Sabato, del Calore e dell’Ofanto e dislivelli dai 217 metri s.l.m. di Rocchetta ai  672 metri s.l.m. di Nusco, con 31 stazioni, 58 tra viadotti e ponti metallici e 19 gallerie, manufatti di pregevole fattura e perizia architettonica e ingegneristica.

Dopo anni di totale abbandono la ferrovia Avellino-Rocchetta Sant’Antonio dal 2016 è stata progressivamente ripristinata per fini turistici e ufficialmente inaugurata il 26 maggio dello scorso anno con un treno con carrozze degli anni ’30 e un ex bagagliaio/postale riadattato per il trasporto bici e per la degustazione di prodotti tipici. Di fatto, uno straordinario mezzo di transito in vigneti, territori e paesaggi incontaminati di assoluta bellezza, che con i suoi 119 km tocca tre regioni: Campania, Basilicata e, per poche centinaia di metri, Puglia.
treno2 679x350Luogo unico per tipicità e biodiversità, disteso tra panorami sereni, antichi rustici, casali e case di corte, lunghi filari di vigneti, borghi di pietra, piccoli paesi, dove assaporare, senza fretta, il gusto delle cose autentiche, l’Irpinia è terra d’elezione per un “turismo lento”, dove l’emozione è filo conduttore di itinerari che intrecciano storia, arte, fede, tradizioni, leggende, paesaggi e cultura enogastronomica. Il treno storico conduce il visitatore alla scoperta di autentiche emozioni della natura e delle tradizioni, da assaporare lentamente, senza fretta.

Il progetto di recupero definitivo della storica tratta ferroviaria prevede anche il recupero delle stazioni dismesse con stazioni accoglienti, dotate di spazi per la ristorazione e aperti alle imprese locali per creare spazi espositivi e dare forma alla Wine Valley.
L’idea di riqualificazione e recupero delle vecchie stazioni appare davvero interessante nel contesto della promozione territoriale, quanto quella sull’opportunità di trasformare le cantine vitivinicole in agenzie turistiche e promozionali per l’intero territorio.
Valentina Carputo delegata campana Donne del VinoUltimo appuntamento in Campania lunedì 18 Marzo: la Delegazione delle Donne del Vino è ospite, presso la sede dell’Ambasciata Americana di Napoli, del Console americano Mary Ellen Countryman.

Seguiranno gli eventi nazionali a Vinitaly con la degustazione e la cena di fine fiera e Premio al personaggio dell’anno, con particolare spazio ai valori e all’arricchimento interiore.
“Sicuramente ci attende un grande lavoro” – sottolinea Valentina Carputo, Delegata campana, “ma sono certa che insieme riusciremo a centrare tutti gli obiettivi che ci prefiggeremo!”.
La delegazione delle Donne del Vino della Campania in questa particolare circostanza ha lanciato anche il proprio profilo Instagram proponendo l’hashtag tematico dell’evento: #festadonnedelvino2019 #donnevinodesign #donnedelvino #womenofwine