Ven05242019

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Economia Festa a Benevento per il Sannio Capitale Europea del Vino con il passaggio del testimone dalle cittadine portoghesi di Torre Vedras e Alenquer

Economia e Finanza

Festa a Benevento per il Sannio Capitale Europea del Vino con il passaggio del testimone dalle cittadine portoghesi di Torre Vedras e Alenquer

Celebrazioni a#Benevento per Sannio Falanghina, con la nomina della città sannita “Città Europea del Vino 2019’, e l’assegnazione per i comuni di affermata produzione vitivinicola di Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso, del prestigioso vessillo da parte di Recevin, la rete europea delle Città del Vino, che raggruppa oltre 800 realtà disseminate in undici paesi dell’Unione Europea.

Vino videoL.P. - 17.02.2019 - Il ‘Sannio Falanghina’ è la ‘Città Europea del Vino 2019’. A sancire l’ufficialità della nomina è stata la cerimonia del passaggio di testimone tra le cittadine portoghesi di Torre Vedras e Alenquer e i sindaci dei 5 comuni sanniti, dove è coltivato circa il 40% dell'intera produzione viticola regionale della Falanghina. E’ stato questo sicuramente il momento più emozionante della cerimonia di inaugurazione, che si è svolta nel pomeriggio di sabato 16 febbraio, nella splendida cornice del complesso di San Vittorino, a Benevento.

consegna vessilloNel corso dei festeggiamenti per il risultato ottenuto dal territorio si è tenuta anche la proiezione del video realizzato per la candidatura e la presentazione del Falanghina 2dossier che ha permesso di fregiarsi del titolo di Città Europea del Vino 2019, assegnato da Recevin lo scorso 10 ottobre a Bruxelles,nella sede del Parlamento europeo. Una legittimazione importante per i 5 Comuni che hanno tracciato la strada: Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso, ma anche per l’intero territorio che, da oggi, è al centro della scena europea per quanto riguarda il settore vitivinicolo ed è chiamato ad una sfida importante: dare il meglio di sé, in una visione di crescita e sviluppo, nel prossimo anno. Insieme alla festa e alla gioia arrivano anche la responsabilità di un intero settore, che deve essere accompagnato dalle istituzioni, a cogliere l’opportunità di fare il definitivo passo in avanti ed affermarsi come merita.

Falanghina 4Una grande soddisfazione, dunque, che traspare anche dalle parole del primo cittadino di Guardia Sanframondi e capofila del progetto, Floriano Panza.

Falanghina 3 ZambonParla, invece, dei ‘magnifici 5’, riferendosi ai Comuni sanniti, Floriano Zambon, il presidente dell’Associazione Nazionale delle Città del Vino, che con la sua presenza a Benevento ha voluto sottolineare la qualità del territorio scelto come “Città Europea del Vino 2019”.

Accanto alla crescita del territorio e alle prospettive, però, il riconoscimento rappresenta anche una crescita di consumi e di turismo. Ad aumentare dopo l’anno da ‘capitale’, infatti, dovrebbero essere i consumi interni dovuti ad una maggiore consapevolezza sul territorio della qualità dei prodotti. Un evento che si è verificato anche in Portogallo lo scorso anno. Accanto a questo fondamentale aspetto c’è anche l’enoturismo da valorizzare e promuovere come elemento cardine di sviluppo territoriale.

Falanghina 5Parla di grande prospettive per il Sannio anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che punta ad una crescita del già fondamentale settore vitivinicolo sannita, assicurando l’appoggio di Palazzo Santa Lucia anche nella commercializzazione e nella promozione.

Nelle precedenti edizioni il riconoscimento di "capitale" europea del vino, attribuito ogni anno ad un Paese differente dal 2012, è stato così conferito: a Palmela (Portogallo), nel 2012; a Marsala (Italia), nel 2013; a Jerez de La Frontera (Spagna), nel 2014; a Resguengos de Falanghina 1Monsaraz (Portogallo) nel 2015; a Valdobbiadene-Conegliano (Italia), nel 2016; a Cambados in Galizia (Spagna), nel 2017; a Torres Vedras/Alenquer e Rethimnos (rispettivamente Portogallo e Grecia) nel 2018.

Nel 2019 sono previsti oltre 120 eventi che si svolgeranno prevalentemente in terra sannita, coinvolgendo non solo i cinque Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento, ma altre località del Sannio, a cominciare dal capoluogo Benevento. Il calendario prevede inoltre iniziative in diverse città italiane, europee e di Oltreoceano.