Mer11142018

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana Caro Fratello: A ricordo di Francesco Ciccone (13-01-1967/03-10-2018)

Caro Fratello: A ricordo di Francesco Ciccone (13-01-1967/03-10-2018)

Aniello Ciccone - Saviano 28-09-2018

Francesco CicconeCaro Franco... dicevi sempre che la vita è bella, con amore, bene e fraternità; ed è una prova dura per tutti. Eppure, c'è chi ti ha fatto qualche torto. E tu dicevi sempre:" Resta a loro, un giorno impareranno". Nella tua vita, hai ricevuto, creato e regalato, tutto ciò che ti è stato dato.

Tanti amici fratelli, parenti e conoscenti, per una vita intera, hanno sorretto i tuoi ideali, nei momenti di gioia, tristezza e pari, standoti vicino, dandoti ciò che chiedevi, e ricevendo da te ciò che potevi, in cambio di nulla.

Volevi e potevi fare tant'altro ancora, ma ''Cronos'' ha fermato la tua scatola del gioco della prova di vita, in questa vita,  avviando il tuo cammino Universale, verso mete più serie, pari a come hai vissuto, lodato e sognato. Con il pensiero umano, possiamo ricordarti, ma ognuno ti ricorderà a modo suo finché ''Cronos'' vuole.

L'uomo intelligente ha inventato due scienze importanti: la meccanica e l'elettronica. Finché esisteranno queste due scienze, l'umanità, a qualsiasi condizione, andrà sempre avanti, abolendo dal mondo la parola ''sfortuna'' e alleviando anche tutte le morfologie di ''Tetraplegia'' che tu combattevi.

Chiunque ti ha conosciuto, ti ricorderà con piacere, perchè tu sapevi, che dove passa il vero uomo, rimane perenne un po' di se stesso, con il suo vero esempio etico e morale. Per me, sei un vero Cavaliere e anche Francescano, diventato Presidente di Ordine e di Sociale. Voglio pensare, come già ti ho sognato, che oggi sei un Organo Sociale di ''Optimus Prime'' nell'universo, dove non ci sono Titoli e Autorità, come su ''Urazia'' e dentro la sua materia. I ''Nativi'' dicono: Non è quando vivi, ma è quando trapassi che si vede a che popolo appartieni.

Nella notte del cordoglio, la luce ha sovrastato l'ombra del mio buio. I ''Grilli'' hanno proposto e le ''Cicale'' hanno risposto con la verità. Vento forte ho sentito e per un attimo non ho dormito. Il ''Pastore Belga'' ha pianto come il lupo la tua ingiustizia di vita presto finita.

Per sempre, anche tu rimarrai nel mio cuore. Come prima, così anche dopo. Perchè in vita, con tenacia e coraggio, hai raggiunto ogni cosa. A discapito di nessuno. Il tuo pneuma resterà sempre vivo. Sicuro che chi ti ama ti penserà, e come ti chiamava, ti dico: Ciao Fratello Francesco, ...ci vediamo...

-------------------------------

Il Meridiano esprime il più profondo cordoglio all’amico Aniello ed alla famiglia Ciccone tutta.