Baiano: Cine-forum all’”Incontro per il ”Centenario” del conflitto 1914\1918

Fu siglato il 3 novembre, a Padova, nel Cortile della Villa del conte Vettore Giusti del Giardino, l’armistizio, reso esecutivo il giorno seguente, che segnava la conclusione della battaglia di Vittorio Veneto o la terza battaglia del Piave iniziata il 24 ottobre del 1918.

 

CentenarioGianni Amodeo – 29.10.2018 - Era l’armistizio che non solo segnava l’epilogo della durissima battaglia combattuta per dieci giorni dalle truppe italiane e dalle truppe austro-ungariche tra il Massiccio del Grappa, il Piave, il Trentino e il Friuli, ma anche la conclusione del conflitto bellico tra l’Italia e l’Impero austro-ungarico, apertosi il 24 maggio del 1915, nel più ampio e cupo scenario della tragedia di quella che è stata definita, nel segno della stucchevole e ingannevole retorica, la Grande guerra, in cui si Locandina 29 5 x44946contrapposero le potenze europee della Triplice Intesa e della Triplice Alleanza. Un conflitto che lasciò sui campi battaglia e nelle trincee dieci milioni di vittime umane tra gli schieramenti belligeranti e oltre sette milioni di vittime tra le popolazioni civili. Un epilogo d’immane distruttività umana mai prima sperimentata che determinò lo sfacelo dell’Impero austro-ungarico, nel più articolata quadro della dissoluzione dei sistemi feudali e imperiali della Russia zarista, della Turchia ottomana e della Germania del secondo Reich con diversificate genesi e cause, ri-disegnando radicalmente la mappa geo-politica d’Europa, di cui nel “Secolo breve” saranno gran parte, generando e innescando come “naturale” proiezione e devastante conseguenza il secondo conflitto mondiale, i totalitarismi sia di matrice nazionalsocialista, in correlazione con gli autoritarismi fascisti, che del comunismo sovietizzato.

La grande guerra Monicelli CartelAl centenario della fine del conflitto 1914-1918 è dedicato il cine-forum in programma martedì alle ore 17.30 nei locali del Circolo socio-culturale “L’Incontro”, con la proiezione del film “La Grande Guerra” di Mario Monicelli e interpretato da Vittorio Gassman e Alberto Sordi.

Il Forum è ispirato dai contenuti, ancora attuali, dell’appello di Benedetto XV rivolto ai governanti e ai Capi di Stato europei per impedire la Grande guerra che preconizzò quale “Inutile strage”. E sarà anche il percorso che permetterà di focalizzare le tematiche 1917 944 BenedettoXVdella rivisitazione che ha sviluppato di recente la storiografia più credibile e affidabile, svincolata da schemi ideologizzati e unilaterali, rappresentando e raccontando il conflitto di cento anni fa come il triste e gigantesco palcoscenico in cui si recitò la Grande menzogna, mascherata dalla fallace enfasi del Mito bellicista, con interpreti e protagonisti Stati e governi, ma senza la reale partecipazione dei popoli che ne furono vittime da un versante all’altro; Stati e governi che inseguivano i loro progetti di egemonia e potere. E’ la Grande menzogna, che fa da prologo all’ancora più drammatica seconda Guerra mondiale del 1939\1945, a cui sono state immolate oltre cento milioni di vittime umane.