AVELLA: DUE MANIFESTAZIONI PER PROMUOVERE IL TERRITORIO

La sfilata delle Fiat barchetta in mattinata e Castello Incantato in serata hanno caratterizzato la giornata di domenica 25 giugno.

castelloMichele Amato – luglio 2018 - Domenica 25 giugno è stata caratterizzata da due manifestazioni di promozione dei monumenti avellani: la sfilata delle Fiat barchetta in mattinata ed in serata la manifestazione del Castello Incantato.

barchetta 2La Sfilata delle Fiat barchetta nella cittadina archeologica, a cura del  Siat (Servizi di informazione ed accoglienza turistica), nelle persone di Nelly Russo e Francesca Grassi, ha visto la partecipazione di appassionati di quest’auto che è ormai entrata nella storia. Dopo la registrazione di circa cinquanta partecipanti, sono partite le visite guidate agli storici monumenti: anfiteatro romano, mausolei funerari  e castello medievale. E’ stata questa untitledun'occasione per far conoscere i siti archeologici della cittadina  agli amanti di auto storiche, provenienti sia dal napoletano che dall'Irpinia, che hanno partecipato all’evento.

36578843 2067807410098550 1328025792256409600 nIn serata, poi, c’è stata la manifestazione Castello Incantato, giunta alla terza edizione, che ha visto una notevole presenza di pubblico, che, dopo il clima torrido che sta caratterizzando questo inizio del mese di luglio, ha volentieri fatto una passeggiata serale per prendere il fresco e godersi lo spettacolo del castello, che nelle ore notturne è particolarmente suggestivo.

Benevento Longobarda 1La manifestazione è stata caratterizzata dalla presenza di gruppi musicali: gli Emanian Pan Folk, Hector Luere, Zeno Sputafuoco e di rievocatori storici:l’Associazione Benevento Longobarda Gens Longobardorum 1e Gens Longobardorum di Salerno. Le visite al monumento sono state curate dal Gruppo Archeologico Avellano “Amedeo Maiuri”, diretto da Pietro Luciano, che ha ricevuto complimenti per l'impegno e la professionalità profusi.

La manifestazione è stata organizzata dalla Pro Loco Abella, dall’Associazione MELA, dal Gruppo Archeologico Avellano e da Bassa Irpinia News, con il patrocinio della Fondazione “Avella Città d’Arte