Mar08142018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Nazionali & Estero BOLOGNA: ESPLODE UN TIR, INFERNO IN AUTOSTRADA, DUE MORTI

News Campania e Estero

BOLOGNA: ESPLODE UN TIR, INFERNO IN AUTOSTRADA, DUE MORTI

BOLOGNA ESPLOSIONE TIR AUTOSTRADAUn incendio in autostrada causato da un incidente tra due mezzi pesanti, poi un boato avvertito in diverse zone della città e altre esplosioni a catena. In pochi minuti la A14 si è trasformata in un inferno nella zona di Borgo Panigale, a Bologna. È di due morti e 67 feriti, di cui almeno una decina in gravi condizioni, il primo drammatico bilancio del violento incendio in tangenziale, un bilancio provvisorio che rischia di essere ancora più pesante. L'incendio è scoppiato intorno alle 13.40 sul ponte del raccordo Casalecchio A1-A14, nella zona Borgo Panigale. In base alle prime ricostruzioni delle forze dell'ordine, le fiamme sono divampate a seguito dell'incidente tra una bisarca e un'autocisterna che trasportava materiale infiammabile, probabilmente gpl. L'esplosione di questo secondo mezzo ha sventrato il ponte della tangenziale e ha provocato una serie di reazioni a catena: sono andate in fiamme diverse auto dei parcheggi di due concessionarie che si trovano nell'area tra via Emilia e via Caduti di Amola, proprio sotto il viadotto. Dall'area si è alzata una colonna di fiamme e fumo nero visibile in tutta la città. L'autostrada è stata chiusa per consentire l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno impiegato oltre due ore per spegnere le fiamme. Solo dopo che l'area si sarà raffreddata potranno essere avviate le ricerche di eventuali altre vittime. Due persone sono morte, altre 67 rimaste ferite. Fra queste ci sono anche 11 carabinieri e due poliziotti della Stradale, impegnati nella gestione del traffico paralizzato a causa di un precedente incidente stradale. Tre i feriti trasportati nei centri grandi ustionati di Parma e Cesena: tra loro c'è un agente di 33 anni del commissariato Santa Viola. Intorno all'area dell'esplosione sono andati in fumo tutti i supporti di legno che costeggiano il ponte e fungono anche da barriere fonoassorbenti oltre che da strutture di protezione. La deflagrazione ha fatto andare in frantumi le vetrate di una concessionaria auto e ha investito diversi mezzi parcheggiati davanti al rivenditore. Gli scoppi hanno fatto tremare le vetrate anche di diversi appartamenti e diverse case della zona alcune andate in frantumi. Diversi sono gli infissi divelti dei caseggiati che si affacciano proprio sulla via Emilia. Sono in corso verifiche da parte della polizia municipale del Comune di Bologna, vigili del fuoco e protezione civile sulla presenza di persone nelle case e sull'agibilità degli edifici di via Caduti di Amola, via Panigale, via Marco Celio e via Bragaglia, che potrebbero aver subito danni. Pesanti le ripercussioni sul traffico, sia in autostrada sia in città.