Mer11142018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie AREA VESUVIANA PONTICELLI: PUBBLICA ASSEMBLEA POST FURTO AL CENTRO GIORGIO MANCINI

PONTICELLI: PUBBLICA ASSEMBLEA POST FURTO AL CENTRO GIORGIO MANCINI

Il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” ospita dal 1999 i Laboratori di Educativa Territoriale del Comune di Napoli a Ponticelli, con attività rivolte ogni giorno a 50 bambini e ragazzi del territorio.

centro arci movieC.S. - 12.07.2018 - Arci Movie Napoli ha indetto un’assemblea pubblica il 12 luglio, presso il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” (Via Purgatorio 10, Ponticelli), alle ore 17,30,  dopo lo sconcerto, la rabbia, la conta dei danni per il furto subito nella notte tra il 3 e il 4 luglio.

centro Arci danni2Il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” ospita dal 1999 i Laboratori di Educativa Territoriale del Comune di Napoli a Ponticelli, con attività rivolte ogni giorno a 50 bambini e ragazzi del territorio, al fine di prevenire e arginare processi di emarginazione ed esclusione sociale,per questo motivo  l’associazione ha deciso d’incontrare la città.

Roberto DAvascioLavoriamo in questo quartiere da trenta annidice Roberto D’Avascio, presidente di Arci Movie - convinti che la forza delle periferie sia qualcosa di speciale, ci ha molto colpito la vicinanza delle persone che in migliaia ci hanno scritto sulla nostra pagina Facebook e ci hanno testimoniato la loro vicinanza di persona venendo all’Arena “Cinema intorno al Vesuvio” a villa Bruno. Questi attestati di stima, molti dei quali provengono proprio da Ponticelli, ci hanno spinto a volere incontrare le persone per rassicurare tutti sul nostro impegno rispetto a questo territorio e per ascoltare le voci delle famiglie del quartiere”.

Si tratta di un incontro pubblico al quale sono stati invitati i cittadini, le associazioni e tutti quelli che hanno voluto partecipare per conoscere da vicino il centro “Giorgio Mancini”

La passione per la cultura ci ha unito ed è anche lo slogan di Arci Movie - sottolinea Roberto D’Avascio - e da questo si vuole ripartire”.