Mar08142018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente Baianese: 200mila euro per la Bonifica delle discariche nei Comuni di Mugnano del Cardinale, Baiano e Sirignano

Politica e Ambiente

Baianese: 200mila euro per la Bonifica delle discariche nei Comuni di Mugnano del Cardinale, Baiano e Sirignano

Intanto l’attività investigativa delle forze dell’ordine, in un mese e mezzo, ha permesso di denunciare ben otto persone per abusi edilizi.

Valle Munianense 3N.R. - 10.05.2018 – Per la bonifica delle discariche, anche nel Mandamento Baianese arrivano i fondi per le prime indagini preliminari concessi dalla Regione CampaniaI comuni beneficiari di una somma totale di 200mila euro sono Mugnano del Cardinale, Baiano e Sirignano. Nei tre comuni, dunque, si avvieranno i rilievi per procedere alla bonifica totale di tre siti “storici”.

Per quanto riguarda il comune di Mugnano del Cardinale, sebbene non sia stata mai utilizzata, ed oggetto di particolari polemiche a carattere politico nel corso degli anni, è quella della località “Fossa”, poco distante dall’area di San Pietro a Cesarano. Per quanto riguarda Baiano, infine, a finire nell’elenco degli interventi di caratterizzazione della Regione Campania è la discarica, nota, della localitàFontana Vecchia”. Infine, per quanto riguarda il comune di Sirignano, i fondi serviranno per la dismissione della discarica di via Tuoro.

CC Gianluca Candura 1Intanto, l’attività investigativa delle forze dell’ordine, Carabinieri in primis, ha permesso di ottenere risultati importanti nell’ultimo mese e mezzo con la denuncia di opere edilizie nei pressi del torrente “Sciminaro”. L’attività è stata condotta dagli uomini del capitano Gianluca Candura della Compagnia di Baiano. Uno giro di vite, quello dei militari dell’Arma, che sembra essere destinato a non arrestarsi come confermano gli ulteriori controlli eseguiti su tutto il territorio senza alcuna sosta.

Il primo provvedimento risale allo scorso nove marzo, quando furono ben sei le persone denunciate a seguito della costruzione di un complesso edilizio in base a permessi contenenti violazioni alle normative vigenti in materia urbanistica, edilizia e paesaggistico ambientale. Qualche settimana più tardi, e siamo al ventiquattro marzo, i militari dell’Arma, in collaborazione sempre con il Corpo Forestale, hanno accertato la realizzazione in un fondo privato di opere di sbancamento ed edificazione di manufatti cementizi in assenza dei necessari permessi a costruire. In questo caso una persona è stata denunciata. Infine l’ultimo “intervento” del nucleo investigativo del comando della Compagnia dei Carabinieri di Baiano risale al diciannove aprile scorso quando in un fondo privato, ancora una volta, veniva individuata la realizzazione di opere edilizi in assenza dei titoli autorizzativi. Anche in questo caso una persona è finita nei guai.

L’attenzione delle autorità per prevenire reati di questo tipo resta elevata. La situazione, infatti, è monitorata costantemente e non è escluso che possano esserci ulteriori novità.