Lun07162018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Politica Ad Avella il candidato al collegio plurinominale l’avellano Guerino Silvestri e la bandiera della compagine l’economista Antonio Galloni

Politica e Ambiente

Ad Avella il candidato al collegio plurinominale l’avellano Guerino Silvestri e la bandiera della compagine l’economista Antonio Galloni

Teatro Comunale “Biancardi”, mercoledì 28 febbraio 2018, ore 18:30.

Guerino 2C.S. – 27.02.2018 - Il Partito del Valore Umano schiera al Senato (collegio plurinominale) l’avellano Guerino Silvestri, che nell’avellano-baianese  cerca la sua visibilità. “Nasciamo come associazione culturale che promuove un programma sociale. Ci incontriamo, ci confrontiamo ed alla fine abbiamo riscontratoafferma Silvestriche la gente resta muta, poiché stanca di questa politica, di questo sistema. Non ci si può prodigare ogni cinque anni nell’ascoltare le evenienze del popolo. Da qui nasce il nostro coinvolgimento …. Siamo noi l’unica alternativa per mutare il paradigma politico italiano Il nostro programma mette al centro il valore umano, l’uomo è sempre centro del valore umano, l’uomo è sempre parte integrante. Nonostante tutto non guardiamo solo al quattro marzocontinua Silvestrima anche oltre.  Pensiamo alle comunali dove si andrà al voto in novanta comuni in Campania, tra cui in due nel Baianese-Alto Clanio, dove stiamo già lavorando per garantire la nostra presenza”.

antonio galloni 430x323Intanto mercoledì 28 febbraio c’è ad Avella, presso il Teatro Comunale “Biancardi”, con inizio alle ore 18.30, il più grande economista della storia repubblicana: il prof. Antonio Galloni, che illustrerà il programma politico  del partito, un programma fatto di undici punti che nel corso di queste settimane è stato presentato all’attenzione dell’elettorato. L’obiettivo minimo  del partito sarà quello di superare la soglia del 3%.

Partito Valore UmanoPROGRAMMA POLITICO DEL PARTITO VALORE UMANO

1. Stato solidale ed etico per abbattere le povertà, le disuguaglianze sociali assicurando un medesimo punto di partenza a tutti i cittadini affinché si possa far emergere il talento di tutti – Centralità dell’essere umano, politiche di sostegno alle famiglie, reddito di dignità. Il tutto finalizzato al raggiungimento di un naturale equilibrio costi/benefici. Oggi, si deve e si può!

2. Rispetto della sovranità e specificità culturale degli stati membri salvaguardando la sovranità politica e monetaria: a credito per infrastrutture e servizi strategici. Graduale revisione totale dell’istituto fiscale, proprio per il raggiungimento del valoriale equilibrio costi/benefici;

3. Comunicazione trasparente, partecipata, libera, contro abusi e conflitto di interessi; abolizione dei segreti di Stato e di tutti gli ordini professionali, riportando le competenze ai relativi ministeri;

4. Riorganizzazione delle competenze e funzioni statali con semplificazione legislativa: una sola Camera ed un Senato dei saggi di solo indirizzo; abolizione delle Regioni e rivalutazione delle 110 province italiane, con l’aggiunta ad istituzione parificata delle 100 grandi città. I comuni diventano di esclusivo indirizzo sociale. Riorganizzazione e ottimizzazione di tutti gli enti pubblici intervenendo con i supporti tecnologi e telematici;

5. Agricoltura sostenibile ed ecologica in equilibrio e nel rispetto della natura e valorizzazione del patrimonio storico-culturale, ambientale e turistico;

6. Magistratura libera e responsabile con divisione delle carriere ed incompatibilità di esercizio delle funzioni nei territori di origine. Per i Magistrati che scelgono la Politica impossibilità a rientrare nei ranghi di funzione precedente. Riordino e potenziamento della sicurezza dei cittadini, delle Forze dell’Ordine e del Sistema Carcerario;

7. Pubbliche Amministrazioni a servizio dei cittadini, manager con programmi, risultati e controlli oggettivi, controllo pubblico con gratuità dei servizi essenziali e strategici, scuola pubblica gratuita, sicura, omogenea con programmi e metodi didattici aggiornati;

8. Riforma del lavoro, rimodulazione dell’orario a 4 ore per ogni turno (a parità di stipendio), secondo un piano di riforma che incentiva l’Impresa del modello micro/piccolo/medio e dell’età pensionabile. Sviluppo della ricerca, delle tecnologie innovative e implementazione delle nanotecnologie. Rilancio delle piccole e medie imprese escludendo la globalizzazione e potenziando il global-local;

9. Programmazione della spesa pubblica attraverso indirizzi dell’istituito Senato dei Saggi e costante raffronto con la base della Cittadinanza.

10. Sanità pubblica gratuita con revisione dei protocolli esistenti, apertura alla medicina naturale e quantistica, libertà di scelta della cura con potenziamento della politica della prevenzione;

11. Nuova visione della globa-localizzazione e rapporti etici d’avanguardia diplomatica con le altrui Popolazioni e Stati. Partendo dai valori storici di una Italia che detta buoni esempi da sempre.

PER CHI HA A CUORE UN NUOVO UMANESIMO