Lun12102018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente Avellino: Presentato l“Affaire Isochimica” di Aldo D’Andrea

Politica e Ambiente

Avellino: Presentato l“Affaire Isochimica” di Aldo D’Andrea

Ha introdotto i lavori Valentina Musto. Sono intervenuti: Anna Candelmo e Angela Morelli, Gerardina Limone, Carlo Sessa.

Aldo DAndrea copertina libro 1Immagine1N.R. - 08.02.2018- Mercoledì 7 febbraio, presso l’oratorio Santa Chiara in Borgo Ferrovia, alle ore 17.00, è stato presentato il secondo libro a firma del dott. Aldo D’Andrea: “Affaire Isochimica”, che mette in evidenza a chiare lettere i danni alle persone da esposizione all’amianto, la devastazione di vite e del territorio, causata dalla bonifica dall’amianto di oltre 2230 carrozze ferroviarie.

L’operazione, denuncia il D’Andrea, è stata posta in essere grazie alle connivenze tra politici, tecnici, imprenditori e di tutti coloro che dovevano intervenire per impedire che ciò avvenisse, denunciando il pericolo sia nelle opportune sedi, ma anche pubblicamente.

La voce è un formidabile strumento ed in questo caso è convenuto a tutti costoro stendere un bel velo di polvere. Due sono le parole che si  addicono ad una siffatta incresciosa situazione: Sconforto e vergogna.

Per la cronaca, dopo i saluti di don Luigi Blasi, parroco della Chiesa di S. Francesco d’Assisi, e di Francesco Sellitto, presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino, ha introdotto i lavori Valentina Musto, Legale di Parte Civile dell’Associazione “Lotta per la Vita” di Borgo Ferrovia.

Sono seguiti, poi, gli interventi di Anna Candelmo e Angela Morelli di “Lotta per la Vita” di Borgo Ferrovia; di Gerardina Limone dell’Associazione “L’Abbracio”; di Carlo Sessa, ex operaio dell’Isochimica.

Ha moderato il giornalista Albino Albano.