Mar05222018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Lavoro Lauro, una storia fantastica in un fumetto ‘.inèdito’

Economia e Finanza

Lauro, una storia fantastica in un fumetto ‘.inèdito’

La Pro Loco di Lauro ha presentato “Lauro … una fantastica storia”,  il 25 Gennaio, alle ore 16.30, presso la Sala San Filippo Neri. Patrocinio morale dal Consiglio Regionale della Campania per tutto il progetto  ".inedito" .

libro lauroPaola Liloia – 26.01-2018 - Recuperare il passato e l’identità del posto attraverso il fumetto. E’ l’idea alla quale ha lavorato un gruppo di giovani di Lauro che, nel pomeriggio del 25 febbraio ha presentato il progetto “.inèdito” al San Filippo Neri. Otto numeri di “Lauro, una fantastica storia” al quale si aggiunge l’anteprima realizzata a quattro mani e già pubblicata dalla Pro Loco.

Un fumetto che, pagina dopo pagina, accompagna il lettore nel suo viaggio attraverso la storia. Ed ecco: La leggenda di Ercole che dà il nome al Vallo, i romani, la peste del Seicento con il patronato di San Sebastiano. E ancora: le chiese, i monumenti, il Castello Lancellotti, l’incendio del 1799, la nascita di Umberto Nobile. Un elenco prezioso di avvenimenti e Francesco Mazzocca 300x180testimonianze culturali e architettoniche di ciò che Lauro fu e che spesso le giovani generazioni non conoscono.

E proprio dalla consapevolezza della mancata conoscenza delle proprie origini è nato .inèdito.

“Abbiamo deciso di parlare innanzitutto ai più giovani attraverso il fumetto – ha spiegato Francesco Mazzocca, il direttore creativo – Un linguaggio più rapido e diretto, compatibile con i tempi moderni che abbiamo integrato con l’utilizzo di QR Code”.

Basta utilizzare uno smartphone per saperne di più sui contenuti mostrati di vignetta in vignetta, tutti disegnati da quattro ragazzi locali: Fiore Graziano, Bianca Maria Corcione, Mario De Cicco e Teresa Nappi.

fumettisti lauro 300x180“Abbiamo avuto già altre richieste di adesione da disegnatori”, è stato l’annuncio.

“Non avevo mai scritto una sceneggiatura, siamo partiti da zero ha ricordato Clemente Scafuto -. Ho voluto utilizzare innanzitutto gli scritti del professore Pasquale Moschiano, storico appassionato del Vallo”.

Il progetto si regge su testi anche di altri autori come Francesco Scandone, Giuseppe Buonfiglio e Giuseppe Scafuro, Giovanni Del Cappellano, Anna Bonavita, Casimiro Bonavita, Ambrogio Leone e Werner Johannowsky.

Ma questo lavoro è un invito, rivolto soprattutto ai giovani, ad approfondire la storia”, ha aggiunto lo sceneggiatore.