Nola / Festa dei Gigli 2018: Rinnovata la partnership tra Fondazione e Accademia delle Belle Arti per la realizzazione del manifesto ufficiale

Il manifesto e l’immagine coordinata, anche per la Festa dei Gigli 2018, saranno realizzati dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Si rinnova dunque la partnership tra la Fondazione Festa dei Gigli ed il prestigioso istituto che già lo scorso anno ha riscosso un notevole consenso. Una collaborazione che rientra nell’ambito di un accordo – quadro di durata triennale, in cui si prevede la realizzazione di iniziative formative di eccellenza in ambiti di comune interesse.

don lino donofrio 314x381N. R. – novembre 2017 - Il 26 ottobre scorso, il consigliere della Fondazione Festa dei Gigli, Don Lino D’Onofrio, accompagnato dall’artista nolano, Vittorio Avella, ha incontrato alcuni docenti e rappresentanti dell’Accademia, presso la sede di via Portacarrese a Calvario a Napoli, per delineare insieme il percorso da seguire per dare concretamente il via al progetto.

Vittorio AvellaCome già accaduto lo scorso anno, gli allievi si cimenteranno, attraverso un bando interno all’Accademia, nella progettazione del manifesto e dell’immagine coordinata che saranno utilizzati nella produzione di tutto il materiale di promozione relativo alla prossima Festa dei Gigli.

Nei prossimi giorni, i rappresentanti Fondazione incontreranno, presso l’ Accademia, gli studenti interessati, per fornire loro le prime informazioni circa la storia ed il valore della Festa, oggi bene manifesto festa dei gigli 2017tutelato dall’Unesco. E’ previsto poi anche un secondo appuntamento, questa volta a Nola, affinché i ragazzi possano calarsi a pieno nel significato culturale, antropologico e religioso della millenaria kermesse al fine di trarne validi ed utili elementi di ispirazione.

L'affidamento all'Accademia rappresenta solo un aspetto di un più ampio "progetto culturale" che da tempo la Fondazione porta avanti anche attraverso accordi di cooperazione e protocolli di intesa, stipulati con enti culturali di significativa rilevanza nazionale. Si tratta di un’ importante elemento di crescita nel percorso di valorizzazione della Festa e del territorio