Mar11212017

Last updateMar, 21 Nov 2017 2am

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Economia Scisciano : Al via LA XXI Edizione della Sagra della “P’zzetta ‘e vino cuotto”

Economia e Finanza

Scisciano : Al via LA XXI Edizione della Sagra della “P’zzetta ‘e vino cuotto”

Si alzano i veli sulla XXI Edizione, che quest’anno sposa la gastronomia all’arte.

XXI Sagra Pzzetta e vino cuottoRaffaele Ariola - 07.11.2017 – Nei giorni 10-11-12 novembre, nell’antico Borgo di San Martino di Scisciano, in occasione della festa patronale di San Martino da Tour, prende vita una delle sagre più affascinati e frequentate dell’Agro nolano.

Nei vicoli e nei cortili del suggestivo Borgo, ritorna il gustoso appuntamento con la Sagra che da sempre esalta le antiche tradizioni della cultura culinaria locale. Spasmodica è l’attesa per la regina incontrastata della manifestazione: “A P’zzett ‘e vino cuotto”. Di sicuro una delle espressione più genuine della cultura sociale ed alimentare sciscianese, che segue un lungo e complesso processo storico, arricchito dalle preziose e uniche ricette degli antenati e portato avanti con scrupolosa attenzione, ottemperando, nelle delicate fasi di preparazione, i dettami della tradizione contadina.

Il Circolo Polivalente San Martino, associazione presente sul territorio da circa vent’anni, nell’edizione di quest’anno, che avrà anche il prestigioso sigillo del patrocinio morale della Regione Campania, introduce nel cartellone degli eventi, novità di grande interesse culturale ed enogastronomico. Aprire una finestra sull’arte con il primo percorso artistico è l’illuminante progetto del Circolo Polivalente. Una felice idea voluta e realizzata grazie alle preziose collaborazioni di Luigi Bassolino, rappresentante dell’associazione, e dall’apporto artistico del prof. Gianfranco Coppola, pittore e artista sciscianese.

locandina sagra sciscianoNoti artisti campani attraverso una mostra collettiva esporranno, dunque, le loro opere nei portoni del borgo, creando così una perfetta simbiosi con l’antica architettura del centro storico sammartinese.

Siamo otto artisti, otto creativi, - dichiara il maestro Gianfranco Coppola -  quattro dei quali, fondatori nel 2011 del Movimento “Cultura e Atto Creativo” insieme all’artista Renato Barisani . Colleghi e validi artisti, noti sia in Campania che a livello nazionale.  Per ogni artista c’è un portone dove è possibile immergersi e conoscerne l’arte che va dal figurativo, all’astratto, al concettuale, alla pop art. Credo che sia davvero un’operazione molto interessante quella che andremo a vivere all’interno della Sagra: per la prima volta si associa l’arte culinaria alle cosiddette arti visive. Spero che questa iniziativa sia la prima di una lunga serie. C’è infatti un’idea futura molto intrigante. Oltre ad utilizzare i portoni, l’anno prossimo si è pensato di servirsi anche dei vari giardini del Borgo per collocare le sculture degli artisti che verranno all’aria aperta. Chissà – conclude il professore -  magari potrebbe essere l’occasione giusta per mettere in risalto lo straordinario talento di un grande sciscianese come il maestro Ciccio Capasso”.

Nei tre giorni della Sagra un elegante connubio, dunque, fra l’enogastonomia e le arti visive con i portoni del Borgo che si aprono per accogliere le opere di maestri di respiro nazionale come Pietro Mingione, giovane artista emergente, allievo del professore Nunzio Meo, al Liceo Artistico “B. Munari” di Acerra. Veronica Vecchione, artista che ha partecipato alla Biennale di Venezia e poi altri illustri maestri e professori come Antonio Avello, Diana D’Ambrosio, Giuseppe Sapio, Franco Tirelli, Nunzio Meo ed infine Gianfranco Coppola.

Ma le novità culturali all’interno della Sagra della “P’zzetta e vino cuotto” non finiscono qui. La seconda iniziativa del percorso artistico, è l’istituzione della prima Borsa di Studio “San Martino le strade del vino” offerta agli allievi del III e IV anno del Liceo Artistico “Caravaggio” di San Gennaro Vesuviano.

“L’iniziativa – spiega il maestro Coppola -  è un concorso per giovani allievi, in questo caso del Liceo Artistico Caravaggio. Io insieme agli altri, faccio parte della Commissione esaminatrice dei lavori realizzati dai ragazzi. Lo scopo di questa ulteriore iniziativa conclude il prof. Coppola -  è stato il tentativo di sensibilizzare i ragazzi alla cultura e alle tradizioni del nostro territorio. Ed ecco che è nata l’idea di provare a coinvolgere gli allievi facendoli partecipare a questo concorso-borsa di studio, con del denaro in palio. Credo e spero che negli anni a venire siano coinvolti anche altri istituti artistici, altri giovani sensibili all’arte e alla cultura”.

Obiettivo dell’Associazione è quella di mettere in vetrina il piccolo centro storico del Borgo di Scisciano che rende omaggio al vino novello, riportando in vita le antiche tradizioni gastronomiche della cultura contadina, custodite gelosamente e tramandate con sapiente abilità, in una stretta ed esplosiva simbiosi con l’arte pittorica.

E' questo il filo conduttore dell’edizione 2017 della Sagra. " La Sagra della P’zzetta e vino cuotto – afferma Luigi Bassolino -  non è solo una sagra, ma vuole essere il giusto connubio tra sapori, tradizioni e cultura artistica. Dopo i successi degli scorsi anni, per la XXI edizione ci siamo spinti oltre, e per valorizzare maggiormente l’evento abbiamo coinvolto, in svariate iniziative, artisti giovani e professionisti, esperti del settore vitivinicolo, istituzioni ed agronomi. Dopo la conferenza stampa di Presentazione dell’intero evento, entreremo nel vivo delle attività nei 3 giorni di sagra , venerdì 10,  sabato 11 e Domenica 12 Novembre". Venerdì assegneremo la prima borsa di studio “ San Martino – Le vie del vino”, premiando la migliore opera realizzata dagli allievi del Liceo Artistico Caravaggio. Nei 3 giorni della kermesse, oltre all’esposizione artistica degli alunni del Liceo , saranno esposti nei vari portoni anche opere realizzate da 8 Artisti Campani, creando così, un vero e proprio Percorso Artistico. Una importante azienda vitivinicola, offrirà degustazioni e per i più interessati, un Sommelier svolgerà alcune lezioni per il corso di “Avvicinamento al vino” in tutte e tre le serate. Ringrazio dunque – conclude Bassolino -  la dirigente scolastica del Liceo Caravaggio prof.ssa Maria Rosaria Perez e il prof. Avello, l’Azienda Vinicola Romano di Ottaviano, gli esperti del settore, gli Artisti e le Istituzioni”.

Riscoperta delle tradizioni e della cultura enogastronomica locale, capillare valorizzazione delle eccellenze del territorio, sono questi i punti di partenza su cui pone l’accento l’assessore alla Cultura del Comune di Scisciano, la prof.ssa Giovanna Napolitano, presidente della Commissione esaminatrice del progetto della prima Borsa di Studio  “La Sagra è un appuntamento immancabile che accompagna ormai da anni la nostra comunità. E' un evento che punta non solo alla riscoperta del sapore antico di un prodotto che si inserisce a pieno titolo tra le "eccellenze locali",ma anche alla valorizzazione di uno dei borghi più caratteristici del nostro territorio. Quest'anno la manifestazione si tinge di arte grazie al progetto "Le vie del vino", lodevole iniziativa che contribuirà senza dubbio ad impreziosire e far conoscere soprattutto ai più giovani una delle tradizioni più antiche legate alla festività di San Martino. Un plauso dunque al Circolo Polivalente e a tutta la macchina organizzativa ,che da tempo lavora alla realizzazione di questo evento. L'auspicio – conclude l’assessore -  è che queste tradizioni trovino terreno fertile soprattutto tra le giovani generazioni a cui spetta l'arduo compito di mantenerle vive nel tempo”.

More