Mer09202017

Last updateVen, 15 Set 2017 4pm

autonoleggio

Back Sei qui: Home Cultura e Spettacoli Cultura Si inaugura a Nola il parco didattico-scientifico della preistoria di Croce di Papa

Cultura e Spettacoli

Si inaugura a Nola il parco didattico-scientifico della preistoria di Croce di Papa

Si tratta di una riproduzione al naturale delle quattro isole abitative portate alla luce oltre 15 anni fa.

 

nola preistorico e1374017618425Gianni Amodeo - 08.09.2017 - Attesa finita. Si inaugura l’11 settembre, alle ore 19.00, il Parco didatticoscientifico dedicato all’Età del bronzo, una magnifica e raffinata riproduzione al naturale in scala 1:1 delle quattro isole abitative portate alla luce, oltre 15 anni fa, che componevano il Villaggio di capanne restato sommerso dalla coltre di ceneri e lapilli dell’eruzione del SommaVesuvio, denominata anche delle “Pomici di Avellino”, perché le scorie dell’esplosione vulcanica ricoprirono per intero la Valle dell’attuale  capoluogo dell’Irpinia. Una coltre  protettiva nelle cui impronte e calchi si sono conservate integre  per quattro mila anni le testimonianze dirette della quotidianità e della cultura materiale della comunità umana del Villaggio, costituitosi nella località dell’attuale  Croce di Papa sulla linea di confine tra il territorio comunale di Nola e quello di Saviano. Uno stato di conservazione di lunga durata, che rappresenta un fenomeno unico e che costituisce per se stesso una singolarità di assoluto valore per la ricerca scientifica, la  storia e l’archeologia, considerata la rarità, anzi l’unicità della portata dei materiali preservati e consegnati all’uomo tecnologico della società contemporanea.

L9vadie CopiaIn realtà,quello degli iniziali anni 2000 è stato un intervento di notevole spessore culturale e di alto profilo per la conoscenza dell’identità del territorio di antica antropizzazione, sia la campagna di scavo condotta e sviluppata dal team di archeologi coordinata da Claude Albore Livadie, sia la riproduzione al naturale del Villaggio, su cui incombeva  sempre più incalzante il rischio di scomparsa  per le aggressioni  subite in tutti questi anni dai frequenti allagamenti generati dall’innalzamento della falda acquifera; un rischio permanente e incontenibile, forse anche suscettibile di “messa sotto controllo” con sofisticate opere di ingegneria idraulica, ma molto onerose e soprattutto di esito incerto nella durata. Una condizione che nel 2014 ha reso necessaria l’operazionesalvaguardia con l’interramento del Villaggio, ch’è stato ricoperto con un manto di terreno vergine alto quattro metri.

 

POLO ATTRATTORE  PER IL SISTEMA DEI BENI CULTURALI

Avella anfiteatroIl Parco didatticoscientifico dell’Età del bronzo si  configura come Polo d’attrazione con sicuro e forte interesse per la caratura nazionale e internazionale che lo identifica museo di Nola nelle coordinate della promozione del Turismo culturale della Campania. E’ il Polo, che, una volta in pieno esercizio e arricchito di Laboratori didattici, ha tutti i potenziali connotati per  primeggiare sui versanti del  fascino e della suggestione nel cospicuo patrimonio di beni storico-artistici, monumentali e archeologici che corre sull’asse AvellaNola, con le significative connessioni rapportate alla Cittadella delle basiliche paleocristiane di Cimitile, al Parco  archeologico di San Paolo Bel Sito, senza dire di Palma Campania basiliche di Cimitilecon la filiera testimoniale dell’Acquedotto augusteo, che, alimentato dalle fonti di Serino, approvvigionava Napoli e dintorni, oltre che la maestosa e imponente  Piscina mirabilis, il mega-serbatoio splendido gioiello di architettura ben conservato, a servizio parco archeologico San Paolo Belsitodel porto Capo Miseno, dov’era ancorata la flotta romana, “sentinella” del Mare Nostrum.

E’  un patrimonio, la cui valorizzazione finora ha stentato a muovere passi decisi e risoluti, anche se negli ultimi anni si registrano segnali proficui e importanti di animazione, specie ad Avella. Ma è necessaria la visione d’insieme delle risorse e delle potenzialità esistenti, se si vuole uscire dallo stallo permanente, dando forma e sostanza a politiche che facciano  sistema strategico per il territorio, senza deteriori localismi.

acquedottoaugusteopalmaLa promozione e lo sviluppo del Turismo culturale non … nascono dalla sera al mattino, come d’incanto e grazia … da ricevere, quale atto … messianico. Si programmano e si strutturano con professionalità e competenze di lavoro mirate, per approdare a scelte ponderate, attuando iniziative organiche. Ed è, questo, il fronte su cui le amministrazioni comunali hanno la responsabilità di disegnare congrui e realistici indirizzi politici, facendo leva sulle direttive del governo nazionale e villaggio. 2dell’Unione europea. E’ il presupposto che pone in moto l’imprenditoria; un background di cui sussistono gli elementi portanti, ma tutto  da innescare, il cui collante vitale, tuttavia, esiste grazie allo spirito di servizio assicurato dall’associazionismo volontaristico di impegno sociale e culturale che da anni a Nola si viene esprimendo con molteplici attività e manifestazioni; associazionismo, che non è mai venuto meno alla sua mission, con i modelli operativi di Meridies, de La Contea nolana, dell’ Archeoclub. Un mission che da qualche anno vede in prima linea anche gli Istituti scolastici superiori della città bruniana, con le significative esperienze dell’alternanza ScuolaLavoro,da cui sono coinvolte le giovani generazioni.

ULTIMORA

Causa maltempo, la manifestazione di inaugurazione del Parco scientifico-didattico è stata rimandata.

More