Mer09202017

Last updateVen, 15 Set 2017 4pm

autonoleggio

Back Sei qui: Home Cultura e Spettacoli Spettacoli Teatro e Rievocazione: “Il Demiurgo” al Castello Macchiaroli di Teggiano (Sa)

Cultura e Spettacoli

Teatro e Rievocazione: “Il Demiurgo” al Castello Macchiaroli di Teggiano (Sa)

Il 10 e 11 giugno e il 29 e 30 Luglio 2017 la società di spettacoli ha realizzato la rievocazione storica "1497: Assedio di Diano". Un trionfo di critica e per la partecipazione di pubblico. Prossimi appuntamenti il 16 e 17 agosto e il 23 e 24 settembre.

19105918 1410190962337358 1420351662117964764 nN.R. – 10.08.2017 - Il 1497 è un anno storico per Teggiano, un tempo Diano. L’antico borgo in provincia di Salerno è stato in quell’anno teatro d’uno degli episodi più avvincenti che la Storia ci abbia tramandato: l’Assedio di Diano. Antonello Sanseverino, potentissimo principe di Salerno, uomo dalla personalità affascinante e dall’indole ribelle, erse il suo ultimo strenuo baluardo difensivo nella lotta con il re di Napoli Federico d’Aragona.

Il 10 e 11 giugno prima, il 29 e 30 Luglio 2017 poi, la società di spettacoli “Il Demiurgo” (www.ildemiurgo.it),  specializzata in eventi spettacolari in luoghi non teatrali, ha realizzato una rievocazione storica di quell’episodio, in chiave teatrale, in giro per le stanze del Castello Macchiaroli, una delle strutture più belle della Campania.

19093023 1940788535946901 7677688740370468780 oSPETTACOLO:  I NUMERI  - Due giorni di spettacolo,  in 90 minuti di rappresentazione (ingressi alle ore 19.00 e alle ore 20.30; domenica mattina anche alle 11.30). 

L’Assedio di Diano”, uno spettacolo itinerante che segna l’inizio di una collaborazione tra “Il Demiurgo” e il Castello Macchiaroli  parla degli uomini e delle loro storie, dei loro tormenti, delle loro angosce, dei loro sogni e delle loro speranze .  
La drammaturgia e la regia dello spettacolo sono affidate a Francescoantonio Nappi.

20179679 10212205174111947 426682997 nSTORIA: L’ANTEFATTO -  Antonello era un uomo potentissimo: apparteneva alla famiglia dei Sanseverino, tra le più influenti del Regno. Principe di Salerno, signore di Diano e di gran parte del Cilento, era, soprattutto, un acerrimo oppositore della monarchia aragonese, contro la quale già tramò nel 1485 in occasione della cosiddetta “congiura dei Baroni”. Fu così che tra il 3 novembre e il 17 dicembre del 1497 il Re di Napoli in persona condusse l’assedio a Diano, per catturare e sconfiggere, una volta per tutte, il principe di Salerno.

STORIA: L’ASSEDIO -  Fu uno scontro cruento: con morti e feriti da ambo i lati, e, soprattutto, fu un episodio bellico e politico, che vide coinvolti lo Stato Pontificio, il Ducato di Milano, la 20196797 10212205174151948 1998138464 nRepubblica di Venezia e il Regno di Napoli. Ma dietro la politica e i suoi intrighi, la guerra e i suoi orrori, si celarono persone, storie, uomini e donne che vissero 44 giorni scanditi dal rumore dei cannoni, dal terrore della morte, dalla speranza d’una pace che giunse, inaspettata, il 17 dicembre 1497.

Su questo importantissimo accadimento storico ci sono stati tramandati diversi documenti storici, ma sono soprattutto le ricerche del prof. Arturo Didier che hanno consentito di riordinarli in maniera coerente, garantendo il giusto fuoco e la giusta attenzione all’assedio di Diano. 

Per ulteriori informazioni

Tel. 3313169215 – 3662080108 (9.00-13.00/15.00-20.00)-  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SITO WEB: www.ildemiurgo.it

FACEBOOK: https://www.facebook.com/ildemiurgo1/

TWITTER: @ILDEMIURGO1

YOUTUBE:  https://www.youtube.com/channel/UC6z32AotEJLM4vhtSz5VSYA

More