Angolo Opinioni

BAIANO/SPERONE: ARRIVANO LE VACANZE, FESTA GRANDE ALL’ISTITUTO “GIOVANNI XXIII”

Cori, canti, musica, balletti, sketch, video e l’omaggio a Totò per lo spettacolo ambientato nel piazzale del plesso di via Scafuri. Performance di alto gradimento dell’orchestra-baby con violino, violoncello, oboe e clarinetto. Rivisitati i percorsi dei progetti realizzati nel corso dell’anno per l’attività sociale e formativa. Fotoservizio di Enrico Stago.

 

Stago 1Gianni Amodeo - 10.06.2017 - “Raccontiamoci”. E’ il pregnante e intenso titolo dato allo spettacolo, con cui le comunità delle Scuole d’ Infanzia, Primaria e Secondaria dei plessi di Baiano e Sperone afferenti all’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di via Luigi Napolitano  hanno salutato l’anno didattico appena concluso; un sguardo di retrospettiva, oltre che di proiezione per il futuro, per un bilancio a “consuntivo” di iniziative e attività, che hanno accompagnato e scandito il cammino curriculare e disciplinare, strettamente inteso, potenziandolo e arricchendolo di contenuti, soprattutto nella dimensione dell’”Oltre la scuola” nel rapporto aperto con la realtà del territorio e della sua identità storico-sociale.

Stago 7Una dimensione che il “Giovanni XXIII” ha reso significativa, dando proficuo sostegno all’azione di associazioni e gruppi di volontariato operanti comunità locali. Come per dire, la Scuola che vive il territorio e la sua natura sociale.

Ambientato nel piazzale antistante il plesso di via Angelo Scafuri, con la cornice del pubblico delle grandi occasioni, formato per lo più da interi nuclei familiari, “Raccontiamoci” all’insegna dell’Arte varia in chiave di sperimentazione informale e coinvolgente é andato …in scena con la brillante conduzione di Fernanda Falco e Felice Maccaro, che frequentano, rispettivamente, la terza classe delle “Medie” di Sperone e Baiano. Una presentazione, quella di Falco e Maccaro, sviluppata con spigliatezza di linguaggio sul doppio registro dell’intrattenimento e della rivisitazione dei tanti squarci dei percorsi di “Oltre la scuola”; intrattenimento e rivisitazione, con protagonisti i ragazzi e le ragazze delle comunità educanti di ciascun plesso.

Stago 14Cuore dello spettacolo, la Musica con ampio spazio per il repertorio dagli effetti speciali sciorinato dall’ Orchestra dei ragazzi, che nel plesso della “Parini” frequentano i corsi d’indirizzo specialistico per violino, violoncello, oboe e clarinetto. Perfetta e da applausi prolungati, in particolare, l’esecuzione dell’Inno alla gioia” e dell’Inno di Mameli, in omaggio sia agli ideali e alla civiltà dell’Europa comunitaria, sia all’identità del Bel Paese, che ne è parte fondante integrante. E il fregio di limpida classe esecutiva, era disegnato dall’Orchestra con il vivace e brioso “Carnevale di Venezia”, a cui faceva da contrappunto la colonna sonora di Nicola Piovani che fa da filo conduttore de “La vita é bella”; un contrappunto ritmato dalle tonalità struggenti e armoniose estratte dai violini di tre orchestrali babies.       

Un omaggio di alto gradimento per i linguaggi in pentagramma, in forma di Anteprima per il Concerto, ancor più ricco di proposte, che l’Orchestra delGiovanni XXIII” eseguirà nella mattinata di martedì- tredici giugno- in coincidenza con l’inaugurazione dell’Auditorium della “Parini” ch’è stato interessato da un eccellente intervento di restyling realizzato in due settimane, sotto la vigilanza dell’ufficio della dirigenza scolastica.

Stago 17Con la Musica, spazi non solo ai Balli, con le frenetiche esecuzioni in singolo e di gruppo di “Gente, magnifica gente”, della tarantella “Oi mamma”, de “La vita è bella”, “La cura” di Franco Battiato, “A te che sei” di Jovanottti e “Nu juorno buono”, ma anche ai Canti e alle Canzoni, tra cuiA cittàe Pulicinella” e ” Goccia dopo goccia”.

Gradita e ben curata la recitazione a due voci di “A livella”, in omaggio al “Principe della risata”, divertente lo sketch su “I promessi sposi”. Ricche e variegate le sequenze dei video che raccontano le sofferenze e le criticità di “Terra dei fuochi” e i progetti formativi, tra cui “Mai per amore” e il “Compito autentico”, con rilievo per le cerimonie di premiazione, che hanno gratificato il “Giovanni XXIII” per il giornalino d’Istituto “Libera…mente”, per i tornei di scacchi e nel concorso intitolato alla memoria di Rachelina Ambrosini, incentrato sulla composizione di testi ispirati dalle figure di nonni e nonne.

Stago 21Interessante e variegata, la rivisitazione dei vari appuntamenti vissuti dalle comunità scolastiche sui temi della legalità, alla luce dell’incontro-lezione con il magistrato Vincenzo D’Onofrio della Procura della Repubblica di Avellino, con i rappresentanti del Comando provinciale dell’Arma dei carabinieri di Avellino e le visite alle strutture della locale Caserma della Compagnia dei carabinieri di via Lippiello.

Di rilievo, la serie di flash back innescata da Fernanda Falco e Felice Maccaro, per evidenziare, tra l’altro, l’apporto del “Giovanni XXIII” al successo della prima edizione del Concorso “Galante Colucci” per l’assegnazione dei Mai d’Argento, incentrato sull’economia del legno e sui mestieri del Maio, con la larga partecipazione di tutte le scuole del territorio dell’Unione intercomunale del Baianese e dell’Alto Clanio, e al convegno promosso dall’associazione “Liberamente” sulle problematiche ambientali della Campania, avendo per  riferimento il testo poetico di Carmelo Perugia intitolato  “Da Terra dei fuochi alla Terra dei Fiori”.

Stago 23Un revival di buona fattura, in cui il dirigente del “Giovanni XXIII”, il professore Salvatore Morriale ha reso gli onori di ospitalità con il garbo e lo stile che lo distinguono, mentre l’indirizzo di saluto era dato dal sindaco di Baiano, Enrico Montanaro, e dal sindaco di Sperone, Marco Santo Alaia. Un revival, la cui eccellente qualità si deve alla professionalità dell’intera comunità dei docenti, con menzione … particolare, per Luisa Damato, Anna Napolitano, Franca Pacchiano, Maria Rosaria Fusco, Carmela Gaglione, Anna D’ Avanzo, Maria Mascheri, Donato Girolamo, Giuseppe De Maio, Generoso De Gennaro e Bruno Esposito, alla luce dell’impegno profuso nell’allestimento della Grande Festa per salutare l’anno didattico 2016\2017 con l’arrivederci al prossimo …  

More