Gio09242020

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Notizie IERI " AVELLA / TEATRO “Biancardi”: CONVEGNO SULLA LEGALITA’ ORGANIZZATO DALL'ISTITUTO "NOBILE-AMUNDSEN”

" AVELLA / TEATRO “Biancardi”: CONVEGNO SULLA LEGALITA’ ORGANIZZATO DALL'ISTITUTO "NOBILE-AMUNDSEN”

Sul tema della “Legalità, Territorio sistemi scolastici tra problematiche e prospettive” sono intervenuti: don Aniello Manganiello, il prof. Pierfranco Savona, il dott. Mario Fiore, il dott. Salvatore Guerriero, la sig.ra Maria Di Buono, il maresciallo Antonio Bruscino, l’on.le Massimiliano Manfredi, il D.S. Marina Petrucci. Foto di Albino Albano.

 

convegno sulla legalitàPietro Luciano – 30.05.2017 - Convegno sulla legalità con la presenza degli alunni dell'istituto "Nobile- Amundsen" nel Teatro Comunale “Domenico Biancardi”, nella mattinata di lunedì 29 maggio 2017. A coordinare i lavori il prof. Andrea Canonico e il dott. Filomeno Caruso. A fare gli onori di casa il sindaco avv. Domenico Biancardi.

All'incontro hanno partecipato la prof.ssa Luigia Conte, D. S. dell’Istituto Comprensivo di Mugnano del Cardinale; la prof.ssa Giuseppina Ambrosino, D. S. dell’Istituto Comprensivo di Avella; il sindaco di San Vitaliano, dott. Falcone.

convegno sulla legalità CopiaSono intervenuti al dibattito: il Dirigente Scolastico dell'Istituto, prof.ssa  Marina Petrucci, don Aniello Manganiello, il prete di Scampia, presidente dell'Associazione "Ultimi per la legalità"; Antonio Bruscino, maresciallo della Stazione dei Carabinieri di Baiano; il presidente di PMI International, dott. Salvatore Guerriero; il prof. Pierfranco Savona dell’Università degli Studi di Napoli; il dott. Mario Fiore Cons.presso il Tribunale di Campobasso; la sig.ra Maria Di Buono. Ha chiuso i lavori l’on. le Massimiliano Manfredi, deputato Pd.

convegno sulla legalità Copia 2Hanno fatto parte del Comitato Organizzativo dell’evento: la prof.ssa Caterina Balbi, la prof.ssa Maria Rosaria D’Avanzo, il prof.Paolino Bonavita, la prof.ssa Maria Del Giudice De Rosa, la prof.ssa Enza Luciano, la prof.ssa Ida Leo, il prof. Giuseppe Scafuro, Paola De Vivo, Paolo Tommaso Canonico, Carmine Felice Napolitano, gli alunni: Aniello Spampanato, Antonio Bianco ed Amalia Petrillo, il dott. avv.to Antonio Caruso, Gerardina Rusolo.

Marina PetrucciHa preso la parola inizialmente la D. S. prof.ssa Marina Petrucci che ha sottolineato l’impegno del vari plessi scolastici dell’Istituto: Lauro, Marzano di Nola, Avella e Mugnano del Cardinale, ognuno con le proprie specificità, legate al Territorio, con il quale docenti ed alunni hanno coniugato le attività scolastiche, attraverso la partecipazione a vari progetti, che hanno arricchito l’offerta formativa e avvicinato l’istituzione scuola ai paesi ed ai cittadini, anche grazie al contributo fattivo e attivo degli Enti e delle Associazioni del Territorio.

Nel corso dei vari interventi, poi, ognuno per le proprie competenze ha sottolineato i vari aspetti della legalità. In particolare il maresciallo Bruscino ha messo in risalto il fenomeno del bullismo ed ha invitato le famiglie a collaborare al fine di prevenire questo fenomeno. Importante e di effetto la partecipazione al convegno della Sig.ra Maria Di Buono, vedova del vigile di Acerra Michele Liguri, testimonial del ruolo del marito che ha sacrificato la propria vita per combattere contro le mafie della Terra dei Fuochi.

L’on. le Manfredi, in chiusura, ha portato il contributo della politica al dibattito, manifestando la vicinanza delle Istituzioni ed evidenziando l’attività del Governo Regionale e di quello Nazionale alla risoluzione del cosiddetto problema della Terra dei Fuochi, che tanti danni ha causato al Territorio e, quindi, agli abitanti, sotto vari aspetti: salute ed economia in primo luogo.

CanonicoA conclusione della manifestazione il prof. Andrea Canonico, che ha coordinato i lavori, ha dichiarato:”L'anno scolastico ormai volge al termine ed abbiamo ritenuto opportuno fare un bilancio del lavoro educativo e delle attività formative dell'istituto ‘Nobile Amundsen’, che sono stati realizzati, come ha affermato il D.S. prof.ssa Marina Petrucci, tante attività educative, ma a differenza degli ami scorsi c'è stata una ricerca del benessere culturale e sociale. Infatti che cos'è la cultura, se non una risorsa per costruire migliori condizioni di vita in un territorio segnato da enormi difficoltà e carenza del senso civico. L''educazione di civiltà prioritaria. l'educazione alla legalità al rispetto per l'ambiente possono aiutare i giovani a comprendere  le paure ed i pericoli reali. In questo seme possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati raggiunti,  grazie agli enti ed alle associazioni che i ci hanno accompagnato nel guidare i ragazzi sul cammino della legalità. Con dignità scopriamo che la scuola, maestra  di legalità, si fa maestra di felicità”.