Candelaio 2017: Menzione speciale per Alessandro Siani

Mercoledì 20 aprile il regista napoletano è arrivato a Nola per ritirare un’effige di Bruno realizzata dalla fonderia nolana Del Giudice.

Alessandro SianiC.S. - 30.04.2017 - “Con la sua ironia, nostalgica e riflessiva, ha saputo conquistare il cuore degli italiani rappresentando al cinema, a teatro ed in televisione il vero volto di Napoli, fatto sì di mille contraddizioni ma di un fascino misterioso a cui è impossibile resistere, presentando ogni volta una realtà bella, dinamica e leale”: con questa motivazione il circolo culturale Passepartout conferisce il premio “Candelaio 2017” – menzione speciale di “personaggio dell’anno” – al regista e attore Alessandro Siani.

L’importante riconoscimento, raffigurante una effige del filosofo nolano Giordano Bruno realizzata interamente in bronzo dalla fonderia Del Giudice di Nola, è stato consegnato a Siani mercoledì 26 aprile nell’ambito di una cerimonia a cui prenderanno parte oltre 800 alunni delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado della città, nelle sale del cinema Savoia, dove i ragazzi hanno assistito prima alla proiezione dell’ultimo film del regista napoletano, “Mister Felicità”, per poi salutarlo tra gag teatrali e performance artistiche.

È un onore non solo per il circolo ma soprattutto per la città di Nolaha commentato la presidente di Passepartout, Rita Curionospitare un artista come Alessandro Siani, ambasciatore della cultura napoletana che, attraverso i canali del cinema, del teatro e della letteratura, promuove l’intero sud Italia in circuiti importanti e di grande visibilità riscattando il nome di Napoli e delle province”.

Con la scelta dei personaggi da candidare e che poi vengono scelti dai ragazzi – ha continuato la referente letteraria di Passepartout, Rosa Baronecerchiamo di coniugare la cultura all’arte proponendo nomi rappresentativi che stimolino la curiosità e l’interesse non solo dei giovani ma anche degli adulti. L’incontro di mercoledì offrirà l’occasione non solo di conoscere un grande artista ma anche di apprezzarne la ‘penna’ mediante il suo libro ‘Troppo napoletano’ che sarà consegnato ai ragazzi al termine della manifestazione”.

Il premio letterario il “Candelaio” nasce tre anni fa con l’obiettivo di avvicinare i giovani alla lettura, suggerendo alle scuole testi che esulano dall’ordinaria programmazione didattica. Una volta letti i libri proposti, i ragazzi scelgono gli autori da incontrare e premiare. Quest’anno la cerimonia finale di premiazione si terrà alle 19.00 di venerdì 12 maggio nel salone del Seminario Vescovile.

More