Sab10212017

Last updateSab, 21 Ott 2017 1am

autonoleggio

Back Sei qui: Home Piccole e medie imprese Piccole e medie imprese INCENTIVI PER IL RILANCIO DELLE AREE DI CRISI INDUSTRIALE

Piccole Medie Imprese

INCENTIVI PER IL RILANCIO DELLE AREE DI CRISI INDUSTRIALE

Scadenza 04 Aprile 2017 – Investimento Minimo €.1.500.000,00. Condizione: investimento spesa minima di 1,5 milioni di euro.

Invitalia Legge 181 Titoli Bandi 2315.03.2017 - ipologia di contributo: Finanziamento a tasso agevolato dello 0,50% circa concedibile per una somma pari al 50% dell’investimento (durata massima di 10 anni oltre un periodo di preammortamento, della durata massima di 3 anni) e Contributo a fondo perduto pari al 25% circa. 
Soggetti beneficiari: Società di capitali, incluse società consortili e cooperative, regolarmente iscritte al registro imprese ed aventi sede operativa (attuale o futura) in una delle aree di crisi industriale oggetto di rilancio (lo studio è a disposizione per l’approfondimento dei Comuni).
Settori di attività ammessi: i programmi di investimento devono riguardare i seguenti settori di attività: manifatturiero (produzione in genere, trasformazione e commercializzazione prodotti agricoli, fabbricazione di macchine e attrezzature, lavorazione vetro, legno plastica, carta, ecc..); attività turistiche (Alberghi, Villaggi Turistici, Campeggi, Ostelli per la Gioventù, Colonie marine e montane, Agriturismo); attività di servizi alle imprese (magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti, raccolta e trattamento rifiuti, servizi postali, mense e catering su base continuativa, ecc.); estrazione di minerali (escluse le miniere di carbone), produzione di energia elettrica, fornitura di vapore e aria condizionata.
Programmi di investimento ammessi: Programmi di investimento produttivo destinati alla creazione di nuove unità produttive ovvero all’ampliamento e/o riqualificazione di unità produttive esistenti (anche mediante acquisti degli attivi di uno stabilimento chiuso/da chiudere); Programmi per la tutela ambientale (adeguamento a norme più stringenti in materia di tutela ambientale, efficientamento energetico, cogenerazione ad alto rendimento, produzione di energia da fonti rinnovabili, risanamento siti contaminati, ecc.); Programmi di innovazione dei processi produttivi e dell’organizzazione del lavoro; 
Spese ammesse: Acquisto suolo aziendale (massimo 10% dell’investimento complessivo), opere murarie ed assimilate, impianti macchinari e attrezzature NUOVI di fabbrica, programmi informatici dedicati all’uso di macchinari/impianti, diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale e servizi di consulenza prestati da consulenti esterni (esempio: servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), consulenze connesse al programma di investimento produttivo). Non sono ammessi gli acquisiti in leasing. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda.
Lo studio resta a disposizione per qualsiasi chiarimento necessario.

logo L 400PMI International

Confederazione delle Imprese nel Mondo

 

Via F. Napolitano  –  trav. Privata Russo  55

80035 NOLA – Na - 

www.pmiinternational.org

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081.0489650

fax 081.0489644

More