Angolo Opinioni

Napule

  • Stampa

Seconda classificata al Concorso di Poesia “Cervinarte”, sezione Poesia vernacolare, 2015.

 

500px Napoli5Comme si bella Napule

quanno 'a notte stuta tutt'e luci

pe te fa addurmì,

e te cummoglia na cuperta 'e stelle

e resta sulamente 'a luna 'ncielo a te fa cumpagnia.

S'addorme Marechiaro,

s'arreposa Margellina,

se stutano 'e culuri

e chella Napule ca è stata

e chesta Napule ca è.

E appujata 'ncopp 'a stu cuscino d'acqua e sale

chiudi l'uocchi stanchi e arrepuosate fino a dimane

fino a quanno nata vota 'o sole turnarrà a schiarà stu cielo

scetanno tutta ‘a gente,

chella bona e chella malamente.

Ma fino a dimane duormi ancora

e nun pensà a niente,

mentre ca scioscia ancora frisco 'o viento

sonna

e strigneme ‘nzino a te

comme si foss 'nu criaturo

ca s'addorme miezz'e braccia e mamma soja.

Ciro Nisba Tranchese