Lun02242020

Warning: mysqli_num_rows() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 263 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 180 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 203
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/modules/mod_tcvn_banner_slider/tmpl/default.php on line 25

autonoleggio

Back Sei qui: Home ATTIVITA' AMMINISTRATIVE Regione Presentato presso la Sala Giunta della Regione Campania dal presidente Vincenzo De Luca e dal Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio il Piano di Evacuazione Vesuvio per i 25 comuni interessati, tra cui Nola

Elezioni Politiche

Presentato presso la Sala Giunta della Regione Campania dal presidente Vincenzo De Luca e dal Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio il Piano di Evacuazione Vesuvio per i 25 comuni interessati, tra cui Nola

L’eruzione Vesuvio è uno dei più grandi incubi per molti comuni della Campania. Sono 25 i comuni dell’area rossa, i più esposti in caso di eruzione,tra cui Nola, e 63 i comuni della zona gialla.

deluca015 800x706ra.na. - Nella mattinata dello scorso 12 ottobre, nella sala Giunta regionale, il presidente Vincenzo De Luca ed il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio hanno presentato il piano di evacuazione.

Dopo l’esperienza del sisma in centro Italia veniamo richiamatiha esordito De Lucaall’obbligo di prevedere e prepararci all’emergenza”.

Il programma presentato coinvolge 25 Comuni della provincia di Napoli, tra cui Nola, per una popolazione di circa 700 mila cittadini, che in caso di allarme saranno trasferiti in 19 regioni del Nord, Centro e Sud Italia. Per i cittadini di Nola è previsto il trasferimento in Val d’Aosta.

Saranno quattro i livelli di allerta, base quello attuale, attenzione, preallarme e allarme, in quest’ultimo caso la popolazione sarà obbligata a lasciare la zona rossa entro 72 ore. E’ previsto l’impiego di 500 pullman e 220 treni. Nella prima fase saranno i comuni interessati a spostare la popolazione nella zona di attesa, poi sarà la Regione e la Protezione Civile a spostare i cittadini nella zona di incontro e successivamente a trasferirli tutti nelle Regioni gemellate.

De Luca, nel corso dell’incontro, ha assicurato che il completamento del piano dovrà avvenire alla fine di ottobre; quindi per quella data tutti i 25 comuni coinvolti nella zona rossa dovranno presentare obbligatoriamente il proprio piano di Protezione Civile. Al momento, per Nola il piano di Protezione Civile è stato affidato all’Agenzia di Sviluppo Locale e per tale piano Nola ebbe assegnato circa 70.000,00 euro della RegioneNei prossimi mesi sarà completata anche la rete infrastrutturale e viaria a supporto del piano di evacuazione.

Il pianoha concluso De Lucapotrà funzionare solo se i comuni svolgeranno uno straordinario lavoro informativo a partire dalle scuole, dovranno essere divulgati opuscoli depliant informativi; comunque ci tengo a precisare che non ci sono emergenze alle porte, non bisogna creare allarmismi ma dobbiamo essere pronti ad affrontare qualunque emergenza”.

Per tale Piano è stato istituito un fondo di rotazione di 40 milioni più altri 40 per i Comuni, stabilendo la preferenza per quelli della zona rossa, che hanno necessità di realizzare infrastrutture di supporto al piano.