Gio03232017

"Il Meridiano online " vecchia edizione Il Meridiano Affari

autonoleggio

Back Sei qui: Home Piccole e medie imprese Piccole e medie imprese L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLE IMPRESE CINESI

Piccole Medie Imprese

L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLE IMPRESE CINESI

Cina: oltre 250 miliardi di dollari di investimenti nell'efficienza energetica A metterlo in evidenza è Avvenia, l'unico dei grandi player nel settore della white economy a capitale privato a rimanere al 100% italiano.Foto: Fonte Internet.

china menowattC.S. – luglio 2016 - Negli ultimi 5 anni la Cina ha investito oltre 250 miliardi di dollari nel settore dell'efficienza energetica, un settore dove l'Italia potrebbe avere un ruolo fondamentale. Ne è convinto l'ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia (www.avvenia.com), che da anni ha fatto della white economy il suo marchio di fabbrica, rendendo la sua azienda e l'Italia un polo di eccellenza del risparmio energetico.
Innovazione, riduzione dei consumi e gestione aziendale orientata alla sostenibilità ambientale: tutto questo è la white economy, quella che oggi più che mai sembra essere la chiave per lo sviluppo del business del futuro.

Ed è proprio Avvenia che ora rimane l'unico dei grandi player a capitale privato ad essere al 100% italiano, dopo che recentemente un altro importante marchio nazionale della white economy è stato messo in portafoglio da un'azienda straniera.
La fila dei corteggiatori anche per Avvenia è stata lunga, ma l'impegno assunto dalla famiglia Campaniello a fare rimanere italiana l'azienda ha prevalso.

ling i«Non abbiamo intenzione di vendere a un concorrente. Vogliamo continuare a sviluppare progetti a medio e lungo termine e non siamo interessati a massimizzare i ricavi nel breve termine come fanno altri. Siamo nati come un'impresa di famiglia e intendiamo restare tale» spiega il dottor Francesco Campaniello, direttore generale di Avvenia, che per il prossimo quinquennio si prefigge di raddoppiare le dimensioni della società creata da suo padre Giovanni e di uscire maggiormente dai confini italiani, all'interno dei quali oggi si realizza oltre l'80% del fatturato.

More