Lun09232019

autonoleggio

Back Sei qui: Home ATTIVITA' AMMINISTRATIVE COMUNI TUFINO: ARRIVA IN CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA IL CASO QUOTE RISTORO AMBIENTALE

Elezioni Politiche

TUFINO: ARRIVA IN CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA IL CASO QUOTE RISTORO AMBIENTALE

EspositoRaffaele De Falco – 20.02.2016 - Andrea Esposito, consigliere di opposizione (Fratelli d’Italia) al Comune di Tufino, lo aveva annunciato una settimana fa, per risolvere l’annosa problematica in cui versa il Comune: “ Vuol dire che mi rivolgerò al mio partito “Fratelli d’Italia”, nelle persone del consigliere regionale Luciano Passariello e dell’onorevole Marcello Taglialatela, confidando nella soluzione al grave problema”.

La risposta del partito a cui appartiene Andrea Esposito non è tardata ad arrivare; infatti, durante la seduta del Consiglio Regionale del 19 febbraio, il Consigliere Regionale di Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale Luciano Passariello ha presentato un ordine del giorno, sottoscritto dall’intero Consiglio Regionale, in riferimento alla situazione finanziare del Comune di Tufino, che, in attesa di ricevere le somme spettanti dai ristori ambientali e avendo operato con anticipazioni di cassa, corre il rischio di non poter garantire alcun servizio ai cittadini dal mese di aprile prossimo.

PassarielloConsideratoha dichiarato Passariello nell’occasionela gravita e l’urgenza con la quale il Comune di Tufino ha richiesto la convocazione di un tavolo tecnico per esaminare la situazione economica finanziaria dell’ente e le spettanze derivanti dai ristori ambientali, credo sia giusto che il Consiglio Regionale di confronto con il Comune di Tufino per trovare in tempi rapidi le giuste soluzioni alla delicata problematica”.

Il documento, presentato dal Consigliere Passariello a firma dell’intera rappresentanza di centro destra al Consiglio Regionale della Campania, impegna la Giunta De Luca ad affrontare la problematica in maniera urgente ed incisiva attraverso un’efficace azione di coordinamento istituzionale.

Sarà convocato con urgenza un tavolo istituzionale con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Città Metropolitana di Napoli, la SAPNA S.p.A e la Regione Campania al fine di addivenire, nel rispetto dei principi di collaborazione istituzionale, ad una definizione della gravosa vicenda, provvedendo ciascun soggetto alla liquidazione della somma a proprio carico.