Angolo Opinioni

Il “Masullo-Theti” a scuola d’imprenditorialità e internazionalizzazione

IMG-20150402-WA0005 - CopiaMichele De Luca & Clementina Lombardi – Nola – 03.04.2015 - L'evento a cui abbiamo partecipato martedì 31 marzo 2015, presso la sala Grande dell'Hotel "I Gigli" di Nola, è stato per noi alunni dell'Istituto Tecnico "Masullo-Theti" un'assoluta novità: un convegno sulle opportunità di affari in Mauritania, organizzato dalla PMI Italia International e coordinato dal segretario nazionale, Dott. Salvatore Guerriero, nell'ambito delle iniziative finalizzate all'internazionalizzazione delle imprese.
Fin dal saluto di apertura della nostra Dirigente Scolastica, Prof.ssa Anna Maria Silvestro, che ha parlato di "Scuola e internazionalizzazione", abbiamo capito che sarebbe stata una mattinata insolita:" nell'era della globalizzazione anche la formazione scolastica deve prevedere iniziative valide che aprano orizzonti e prospettive internazionali", ha sottolineato la Dirigente.
Molto interessanti sono stati gli interventi del Dott. Abdelhak Loqmane, mediatore culturale, che ha parlato del valore strategico delle imprese italiane nel Mediterraneo, e del Ministro per gli affari esteri in Mauritania, dott. Mohamed Abeidna, che ha presentato le opportunità di investimento per le imprese estere nel suo paese, ricco di risorse minerarie: ferro in particolare, ma anche silicio e oro, e ittiche, ponendo l'attenzione sia sulla disponibilità da parte delle banche arabe a concedere finanziamenti alle imprese impegnate in progetti finalizzati allo sviluppo delle tecnologie, sia sulle agevolazioni fiscali derivanti dalla "Nouadhibou Free Zone", vantaggi che dal gennaio 2013 hanno già attratto centinaia di investitori.
Come è stato evidenziato, il problema del mancato sviluppo del paese è rappresentato dalla cosiddetta "trappola delle materie prime" cioè l'impossibilità di sfruttare i proventi finanziari derivanti dalle risorse naturali per l'assenza di industrie di trasformazione con conseguente mancato sviluppo della tecnologia e del know now.
Gli imprenditori presenti, ciascuno per la sua specifica attività, hanno manifestato molto interesse verso tali prospettive d'investimento, rivolgendo al Ministro domande specifiche sulle modalità concrete ed i permessi necessari per l'avvio delle attività, ma hanno anche rivolto a noi studenti l'invito a vivere la scuola con impegno e serietà, cercando di acquisire competenze specifiche in ambito economico, ma soprattutto nelle lingue straniere in modo da facilitare l'apertura di prospettive internazionali.
Inoltre il dott. Claudio Pandico di PMI ITALIA ci ha informati che, grazie anche all'impegno della Regione Campania e dei Fondi europei, nell'ambito del programma "garanzia giovani", esiste una piattaforma sulla quale i giovani diplomati possono registrarsi, inserendo il loro curriculum, per avere la possibilità di svolgere un tirocinio formativo retribuito presso un' azienda in Italia o in Europa.
Al termine della mattinata siamo andati via arricchiti certamente di nuove conoscenze, ma soprattutto con la consapevolezza che la scuola rappresenta per noi la base su cui costruire il nostro futuro e che, grazie alla collaborazione con la PMI, avremo l'occasione di vivere altri momenti di confronto con il mondo imprenditoriale che ci renderanno i contenuti scolastici meno teorici e noiosi.

IMG-20150402-WA0000 500x315Gli alunni dell'Istituto Tecnico Masullo – Theti di Nola partecipanti al convegno del 31 marzo.
3^ B SIA: Ambrosio Aldo; Lombardi Clementina; Piacente Alessia; De Luca Michele; Parente Angelo; Mazzocca Fernanda; Lombardi Francesco Pio.
4^ A RIM: Ferrara Giuseppe; De Falco Danilo; Caccavale Simona; Napolitano Maddalena; De Simone Luciana; Corrado Maria; Amoroso Marco; Vecchione Mario.
3^ C a: Catapano Nicola; Cannova Antonio; Partinico Agostino.
4^ A SIA: Del Vecchio Armando; Del Mastro Concetta; Muto Giuliana.
5^ B a: Palma Lia; Bifulco Valeria; Ferrara Carmen; Vitale Ida.
5^ D a: Cesarano Carmine; Ciccone Carmen; Ronga Federico; Raia Gioia.

Docente Referente: Prof.ssa Paola Vecchiarelli.