.: Il Meridiano on line :. | il quotidiano online

“Nato a Roccarainola”: Mostra-performance dell'artista Vincenzo De Simone nella sua terra natìa

Vincenzo De SimonePietro Luciano - Roccarainola – 06.11.2014 – E' stata organizzata per sabato 8 novembre alle ore 17.00, presso il palazzo Baronale di Roccarainola, sede del Museo Civico "Luigi D'Avanzo",una performance del maestro conegna targaVincenzo De Simone che così ritorna anche nella sua terra natale, dopo essere rinato "a nuova vita", presentando il lavoro di questa rinascita in una Mostra-perfonmance dal titolo esplicito "Nato", lo scorso 11 ottobre a Napoli nell'area24 space, con la partecipazione dell'epatologo Antonio Ascione e di Giovanni Ruggiero.
con Andrea Della Rossa il sindaco

Nell'occasione i concittadini dl  De Simone si erano portati in gran numero a Napoli, sindaco in testa, per testimoniargli l'affetto, ma non solo, che lo lega all'uomo e all'artista, consegnandogli una targa ricordo dell'evento. E così che, dopo che "nato" ha chiuso i battenti a Napoli, è maturata "Nato a Roccarainola", il cui esplicito obiettivo è quello di rappresentare la "fratellanza" tra l'arte con la medicina in un connubio che porti ad elevare l'arte stessa come terapia dello spirito.

Copertina De Simone - CopiaIntervervengono alla manifestazione, tra gli altri, il gallerista Emilio Miele, Lazzaro Alfano, già dirigente scolastico, l'architetto Claudio Bozzaotra. La perfomance rocchese si avvarrà anche dei contributi del maestro Angelo Prisco al violino, del maestro Vincenzo Santangelo al violoncello e della ballerina Caterina Sangermano.
NATO - perormanceIl programma parte alle 17.00 con un video-omaggio a Meret Oppenheim, la cui visione è vietata ai minori di 14 anni, per poi proseguire con "Morte della guerra e suo funerale";subito dopo la performance dell'artista, con Giovanni Ruggiero. La serata si conclude con un confronto/dibattito tra i presenti previsto per le 19:00, occasione per celebrare una delle eccellenze cittadine, per analizzare e discutere insieme all'artista dei tratti peculiari del suo lavoro: una storia ricca di successi, dalla "pittura- apittura", dal "teatro contadino", con un occhio puntato sempre verso i nuovi stili ed i nuovi stimoli, sempre votato alla ricerca della rappresentazione perfetta del legame arte-vita.
L'iniziativa è promossa dall'Amministrazione comunale, presieduta dal sindaco Raffaele De Simone, e in particolare dai delegati alla cultura: Giovanni Sirignano e Porzia Panico, in collaborazione con il Museo Civico "Luigi D'Avanzo", la locale Pro Loco, area24spazionapoli e Dispari e dispari project di Reggio Emilia