Gio04092020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana Nola: IV Centenario della morte di San Camillo de Lellis (1614 - 14 luglio – 2014)

Nola: IV Centenario della morte di San Camillo de Lellis (1614 - 14 luglio – 2014)

san camilloLa vita - San Camillo de Lellis nacque a Bucchianico, presso Chieti, il 25 maggio 1550. Seguendo le orme del padre, intraprese la carriera militare, ma nel 1575 sperimentò in sé una profonda conversione all'ideale evangelico e si dedicò instancabilmente al servizio dei malati. Ordinato sacerdote nel 1584, fondò la "Compagnia dei Servi degli Infermi", approvata da Sisto V nel 1586 ed elevata ad Ordine religioso da Gregorio XIV nel 1591 col nome di "Chierici Regolari Ministri degli Infermi" (Camilliani). Morì a Roma il 14 luglio 1614 e fu canonizzato da Benedetto XIV nel 1746.

San Camillo e Nola - Nel mese di agosto del 1600 Nola fu colpita da una terribile epidemia (di peste, o, più probabilmente, di malaria). Tanti furono i morti in città e nelle campagne circostanti. Per prestare soccorso ai contagiati furono inviati dal Vicerè di Napoli sette Ministri degli Infermi. Informato della gravità della situazione, li raggiunse anche San Camillo, che con loro prestò eroicamente soccorso alle vittime. Il vescovo di Nola Fabrizio Gallo, che si trovava a Roma per le celebrazioni dell'Anno Santo, nominò in quella occasione Camillo de Lellis vicario generale della diocesi. Cinque compagni del Santo morirono contagiati: Tommaso Troni, Marco de Marchi, Cesare de Vio, Matteo Laurino, Francescantonio Vitellini. Successivamente il vescovo Troiano Caracciolo del Sole donò ai Ministri degli Infermi la chiesa di San Giovanni Battista dei Fustiganti, accanto alla Cattedrale, ora sede del museo diocesano. I Padri Camilliani presero possesso della chiesa e della casa attigua il 29 giugno 1746, lo stesso giorno della canonizzazione del Fondatore. Rimasero a Nola fino al 1807. San Camillo de Lellis è annoverato tra i Compatroni della città e diocesi di Nola. In Cattedrale esiste una raffigurazione del Santo che assiste gli appestati di Nola (in una delle lunette del transetto). San Camillo è patrono dei malati, degli operatori sanitari e degli ospedali.

La celebrazione della ricorrenza - Lunedì 14 luglio, nella ricorrenza della festa di San Camillo, si terrà, alle ore 19.30, nella Cattedrale di Nola, una solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dal padre camilliano Rosario Messina.