Lun09162019

autonoleggio

Back Sei qui: Home Cultura e Spettacoli Cultura 2° MEMORIAL “NICOLA PUGLIESE” AD AVELLA

Cultura e Spettacoli

2° MEMORIAL “NICOLA PUGLIESE” AD AVELLA

Momenti di pura emozione e commozione ieri sera, tra gli "amici" che sono intervenuti all'incontro, organizzato dall'Associazione "MELA", per ricordare Nicola Pugliese a due anni dalla sua scomparsa.

Pugliese nel giardino di Avella18.05.2014 - Come programmato, si è svolto il 2° Torneo (dimostrazione in simultanea) – Memorial "NICOLA PUGLIESE" con la preziosissima partecipazione di alcuni dei dirigenti, nonché campioni di scacchi, della Federazione del Gioco degli Scacchi: Pasquale COLUCCI, vice presidente Comitato Regionale Scacchisti; Sergio PAGANO, dirigente Federazione Nazionale Scacchisti; Nino GRASSO, ASD Avellino Scacchi, e Aniello PONTICIELLO, del Circolo Scacchisti di Saviano, i quali hanno giocato in simultanea con circa 15 ragazzi provenienti dalle scuole Medie e qualche provetto giocatore, illustrando in maniera egregia le regole essenziali, fornendo ad alcuni le prime nozioni e ad altri ulteriori insegnamenti del gioco degli scacchi.
Subito dopo, come programmato e in collaborazione con la Pro Loco Abella e il Movimento Cittadinanza Attiva Abella, con il patrocinio della Fondazione Avella Città d'Arte, alla presenza della figlia di Nicola Pugliese, sig.ra Alessandra, un nutrito gruppo di amici dello scrittore si sono riuniti nei locali di proprietà di Carmine Guerriero del bar "Il Pasquino", il luogo dove amava sostare il Pugliese, che, tra l'altro, ha collaborato in maniera fattiva per l'organizzazione dell'evento, e hanno assistito alla proiezione del video-intervista rilasciata dallo scrittore, nel giardino-storico annesso al Palazzo Baronale, nella primavera del 2011, al giornalista Giuseppe Pesce, intervista nata da un'idea del compianto giornalista Giuseppe D'Avanzo, durante la quale, tra l'altro, si parla del suo romanzo "Malacqua".
Segni di commozione si notavano già durante la proiezione sui volti dei presenti e, quando si è passati a raccontare ricordi ed episodi personali, aneddoti, memorie ... per alcuni è montata ancor più visibilmente l'emozione e la commozione, mentre questi momenti venivano ricordati e raccontati.
Naturalmente, vistosamente più visibile era l'emozione della sig.ra Alessandra, sia nel ricordare l'amato papà sia nel toccare con mano, quanto affetto nutrono ancora oggi gli amici di Avella, paese scelto dal Pugliese, come luogo di residenza, negli ultimi dieci anni della sua vita, nei confronti del padre.
libro malacqua - prima edizione Lo stesso presidente del sodalizio "Mela" ha comunicato ai presenti l'intenzione di voler ricordare anche negli anni successivi "il ricordo della presenza dello scrittore ad Avella" con il Torneo-Memorial e altro.
Da ogni "racconto" emergeva si l'amico, ma anche l'uomo depositario di saggezza, di esperienza di vita e.... soprattutto di cultura, alla quale si poteva "attingere" ad ogni incontro.
E' iniziato proprio lo stesso Riccardo D'Avanzo, che Nicola chiamava "Lucariello", chiaro riferimento a "Natale in casa Cupiello", e col quale parlava spesso, ma non solo, di teatro; ricordiamo che il fratello Armando Pugliese è attore e regista teatrale. Ha proseguito Lucio Belloisi, grandissimo amico di Pugliese, forse l'unico a parlargli con il "tu", che ha raccontato alcuni aneddoti, non mancando di contornarli con la sua bravura di cabarettista; è seguito l'intervento di Carmine Guerriero, amico, confidente, segretario ... insomma colui che maggiormente ha condiviso le giornate con Pugliese durante la sua permanenza ad Avella; di Nicola Caruso, con il quale scambiava opinioni anche di carattere politico; di Alfonso Cessari, frequente avversario di partite a scacchi; di Antonio (Tonino) Loiola, molto visibilmente commosso, con cui erano locandina Memorial "chiacchierate" basate essenzialmente sulle reciproche esperienze di vita vissuta; di Nicola Montanile, il quale sin dalla sua venuta ad Avella lo ha edotto sul ricco patrimonio artistico locale; di Salvatore Guerriero, all'epoca sindaco di Avella, il quale ha avuto il privilegio di "assoldarlo" tra gli avellani; di Domenico (Mimì) D'Avanzo, al quale il Nicola lamentava, a suo parere e con riscontro sempre condiviso, gli aspetti negativi della realtà locale ... suggerendo anche possibili soluzioni; di Antonio Tulino, con il quale, dai loro giornalieri incontri, tranquillamente si potrebbe applicare la famosa III legge della dinamica: "ad ogni azione corrisponde una reazione pari e contraria" Erano due forti personalità di pensiero che, quando si "in(s)contravano", ci si poteva aspettare di tutto, sicuramente ... cultura. E' inrtervenuto, per ricordare Pugliese, anche Pellegrino Palmieri, consiglier comunale di minoranza. Per la cronaca, il presidente dell'Associazione "Mela", Riccardo D'Avanzo, a ricordo della giornata, ha offerto ad Alessandra Pugliese una targa commemorativa. 
E tutto questo mentre all'esterno pioveva, per cui...."tutto il resto è...Malacqua".