Ven08232019

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente Nature Show: incontri e dibattiti sul mondo della caccia

Politica e Ambiente

Nature Show: incontri e dibattiti sul mondo della caccia

Oltre alle attrazioni per tutta la famiglia, la fiera arianese ospita importanti momenti di approfondimento dedicati agli appassionati dell'arte venatoria.

Nature Show - area esterna - Copia 500x384Simone Ottaiano - 10.05.2014 - Prosegue il grande successo del Nature Show, fiera dedicata a caccia, pesca e outdoor, che sta richiamando visitatori da tutta Italia giunti al Centro Fieristico Fiere della Campania per partecipare al più importante evento di settore del Sud Italia. Il secondo giorno della kermesse, oltre che con le gare di tiro a piattello e le numerose attrazioni per tutta la famiglia, è cominciato con il Convegno "La ricerca come strumento di gestione", organizzato dalla Federazione Italiana della Caccia – Ufficio Avifauna Migratoria.
L'iniziativa ha avuto lo scopo di accendere i riflettori sulle opportunità offerte dalla ricerca scientifica nei sistemi di gestione della fauna migratoria. L'apertura dei lavori è stata affidata ad Antonio D'Angelo, Vice Presidente Nazionale FIdC, cui sono seguiti gli interventi di: Lorenzo Carnacina, Vice Presidente Nazionale FIdC che ha illustrato l'importanza della ricerca e dei dati, fondamentali elementi di conoscenza per la Visitatori al Nture Show - Copia 500x334stesura dei calendari venatori; Michele Sorrenti, Responsabile tecnico scientifico Ufficio Avifauna Migratoria FIdC che ha trattato del rapporto tra normativa europea e attività venatoria, con particolare riferimento a stagioni, specie e rete natura 2000; Alessandro Tedeschi, Presidente Associazione Amici di Scolopax che ha relazionato sulla ricerca scientifica applicata alla beccaccia; Sergio Scebba, Ricercatore che ha affrontato l'argomento del monitoraggio della migrazione autunnale dell'allodola e della migrazione prenuziale del tordo bottaccio; Daniel Tramontana, Tecnico Faunistico che ha illustrato i risultati di tre anni di sperimentazione della radiotelemetria applicata ai turdidi; Eugenio Moscianise, inanellatore Regione Calabria e Carlo Romanelli, Ufficio Avifauna Migratoria FIdC che ha chiuso con un intervento dedicato agli aspetti di rilievo nella normativa europea per una corretta gestione e conservazione dell'avifauna migratrice. A moderare l'incontro Andrea Ferrara, Presidente FIdC Campania. I momenti di incontro e di approfondimento dedicati al mondo della caccia proseguiranno nel pomeriggio con il convegno organizzato dalla Un momento del convegno - Copia 500x335Federazione Italiana della Caccia, Arci Caccia e ANUU, Associazione dei Migratoristi Italiani, dal titolo "Italia MeridionaleÈ tempo della gestione: calendari venatori e mobilità dei cacciatori". L'appuntamento è in programma per le ore 15,30 e vedrà la partecipazione di Vladimiro Boschi, Vice Presidente ANUU; Sergio Sorrentino, Vice Presidente Nazionale di Arci Caccia e Presidente ATC Napoli; Andrea Ferrara, Presidente Regionale Campania di Federcaccia; Michele Sorrenti, responsabile tecnico scientifico dell'ufficio fauna migratoria di Federcaccia; Giorgia Romeo, responsabile tecnico scientifico dell'ufficio fauna stanziale di Federcaccia; Agostino Esposito, responsabile nazionale progetti sulla biodiversità del Club alpino Italiano; Franco Saragò, coordinatore ATC della Calabria; Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura Regione Campania; Fabrizio Nardoni, Coordinatore degli Assessori alle Politiche Agricole e Assessore Agricoltura Regione Puglia e di Gianluca Dall'Olio, Presidente Nazionale di Federcaccia.
Il Nature Show, e il contemporaneo Expo dell'Elettronica, proseguono fino a domenica 11 maggio, giorno che ospiterà anche il raduno delle FIAT 500 d'epoca organizzato dall'Automotoclub storico "Antico Sannio".
Da non perdere le escursioni a cavallo, le gare cinofile, le esibizioni di falconeria, il battesimo del sub e i gustosi piatti proposti nell'area dedicata alla Festa del Cacciatore.