Mer11202019

Warning: mysqli_num_rows() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 263 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 180 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 203
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/modules/mod_tcvn_banner_slider/tmpl/default.php on line 25

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente Regi Lagni: tra San Vitaliano e Nola, terra di nessuno

Politica e Ambiente

Regi Lagni: tra San Vitaliano e Nola, terra di nessuno

La denuncia di Rifiutarsi Onp nel servizio di Vincenzo Esposito

Regi Lagni in abbandonojpgNola - 03.04.2014 - "Mobilitazione di vip nazionali, reportage di giornali e tv, incontri istituzionali con ministri in parrocchia, decreti legge fatti in fretta e furia e analisi sui terreni sbattute in prima pagina. Questi sono stati i nostri ultimi 6 mesi in Campania, ma concretamente cosa è cambiato? Fino ad oggi si è parlato di task force e misure eccezionali da mettere in campo, di screening sanitari gratuiti per le popolazioni locali, di droni militari ed esercito per controllare il territorio. Fino ad oggi si è solamente parlato, perché nel frattempo i clan di camorra continuano tranquillamente a sversare e bruciare rifiuti. E le zone sono sempre le stesse. Ne è un esempio Ponte delle Tavole, tra San Vitaliano e Nola". Queste le parole che anticipano la denuncia portata avanti dal gruppo Rifiutarsi Onp, che sottolinea un non adeguato impegno della autorità competenti in merito alla lotta al disastro ambientale.
"Tra San Vitaliano e Nola è tutto uguale da più di 2 anni. I carabinieri venuti sul posto 2 anni fa, lontani dalle telecamere di Striscia la Notizia, dissero che monitorare il territorio campano con le sole forze a disposizione era impossibile. Eppure sarebbe relativamente semplice controllare quest'area, visto che la strada d'accesso è solamente una. Il controllo del territorio dovrebbe essere il normale scopo non solo delle forze dell'ordine, ma anche delle amministrazioni comunali" , un chiaro invito, quindi, ai vari sindaci dell'area a promuovere un tentativo di azione collaborata e coordinata.