Sab12142019

Warning: mysqli_num_rows() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/libraries/joomla/database/database/mysqli.php on line 263 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 180 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/components/com_banners/models/banners.php on line 203
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ilmeridiano.net/home/modules/mod_tcvn_banner_slider/tmpl/default.php on line 25

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente Ambiente CONVEGNO PRESSO IL PARLAMENTO EUROPEO DI STRASBURGO SULLA TERRA DEI FUOCHI

Politica e Ambiente

CONVEGNO PRESSO IL PARLAMENTO EUROPEO DI STRASBURGO SULLA TERRA DEI FUOCHI

Servizio di Lisa Carmen Tarantino

STRASBURGO-PARLAMENTO-EUROPEO1 - Copia 400x300Strasburgo – 17.01.2014 - Il 15 gennaio scorso, presso il Parlamento Europeo di Strasburgo, si è tenuto un convegno sulla Terra dei Fuochi. Organizzatore il presidente dell'Associazione "FARE AMBIENTE" Agro Nolano, dr. Antonio Giuliano, che è intervenuto sul territorio con petizioni, manifestazioni e campagne di prevenzione, attivista da sempre in varie iniziative.
Il, dr. Giuliano, ha voluto coinvolgere in questa iniziativa l'artista Paolo Vecchione, autore di scatti di immagini choc che sono state esposte nella sala convegno, come "prova visiva" e testimonianza di questo scempio. Promotore e sostenitore di quest'importante manifestazione, titolata: "L'Europa discute della Terra dei Fuochi", l'europarlamentare di F.I. Enzo Rivellini.
Il convegno è stato Introdotte dal dr. Antonio Giuliano, presidente dell'Associazione "Fare Ambiente" Agro Nolano, che ha discusso degli aspetti più importanti sulla Terra dei Fuochi, riportando dati di alcuni studi condotti per monitorare le conseguenze di questa strage.
Enzo RivelliniSono intervenuti l'on.le Enzo Rivellini, deputato al Parlamento europeo, che ha proposto alla Regione Campania di affidare all'Università uno studio che stabilisca, su un campione di almeno dieci città al mondo, quale sia il sistema di smaltimento e gestione dei rifiuti con minore incidenza sulla salute.
Il dr. Karl Falkenberg, direttore generale DG Ambiente, ha, poi, discusso la situazione dell'emergenza rifiuti in Campania in ambito europeo: multe, somme disponibili, modello di gestione dei rifiuti etc .
Il sen. Roland Ries, sindaco di Strasburgo, ha illustrato, invece, come la sua città abbia elaborato un piano programmato di gestione dei rifiuti, promuovendo una produzione sostenibile di energia a basso impatto ambientale.
Il dr. Andras Ellerkman, amministratore delegato Indaver Germania, azienda che smaltisce i rifiuti di Napoli, ha subito dopo definito la strategia e le nuove tecnologie in uso nello smaltimento rifiuti.
A seguire, il dr Luca Ferrara, presidente pastificio Ferrara, uno dei più importanti pastifici europei, ha illustrato le sfide dell'industria agroalimentare in Campania.L'on. Giovanni Romano, assessore regionale all'Ambiente, ha parlato dell'attuale situazione del ciclo integrato dei rifiuti in Campania. Il prof. Aurelio Tommasetti, rettore dell'Università di Salerno, ha discusso dei progetti di ricerca per un sistema integrato di rifiuti che abbia minori ricadute negative sulla salute. L'on. Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, infine, ha illustrato la situazione e le strategie future della Regione Campania per la bonifica dei territori e la gestione del ciclo integrato, evidenziando il suo impegno personale per la "Terra dei Fuochi".

Antonio GiuglianoL'intervento del dr. Antonio Giuliano
"Buongiorno a tutti, voglio dare un saluto di benvenuto a tutte le istituzioni qui presenti, che dimostrano con la loro partecipazione, l'interesse per la nostra iniziativa. Comincerei col ringraziare l'on.le Enzo Rivellini di F. I. per aver sostenuto questa mia iniziativa e per aver coinvolto le istituzioni, oggi presenti, che si stanno impegnando e sono certo continueranno a farlo fino alla risoluzione del problema "TERRA DEI FUOCHI". Questa esigenza di dover portare al di fuori dei confini italiani il disastro ambientale, verificatosi nei nostri territori, nasce dalla necessità di dover chiedere aiuto all'Europa per questo problema che ogni giorno diventa sempre più ingestibile ed irrisolvibile. Questa voce che state ascoltando non è la mia voce, in realtà è la voce della mia terra, della mia gente, è la voce degli anziani che ricordano questo territorio come quello che un giorno veniva chiamato Campania Felix. Oggi riviste scientifiche lo definiscono il triangolo della morte, oppure la Chernobil del Vesuvio. Sono oltre sessanta i comuni tra Napoli e Caserta le cui terre sono state costrette ad ingoiare tonnellate di rifiuti tossici e nocivi. Nel triangolo abitano oltre 550.000 persone e l'indice di mortalità per tumore al fegato sfiora il 38,4% per gli uomini e il 20,8% per le donne, laddove la media nazionale è del 14%. Uno studio dell' OMS (organizzazione mondiale della sanità) esteso alle provincie di Napoli e Caserta ha monitorato in 196 comuni campani una maggiore incidenza di morti per tumori e di malformazioni congenite nel periodo che va dal 1994 al 2002. Tutto questo è inaccettabile. Dobbiamo agire e lo dobbiamo fare in fretta. A questo punto, prima di passare la parola alle istituzioni presenti per ascoltare le proposte e le eventuali soluzioni, voglio ringraziare le persone che hanno accompagnato le proteste di diversi movimenti come: Fiume in Piena,Ultimi e lo stesso Fare Ambiente da me rappresentato nell'agro-nolano; queste non chiedono altro che il diritto alla vita, garantito sicuramente dalla fine dello scarico e dei roghi dei rifiuti tossici e dall'avvio ad una vasta opera di bonifica dei terreni contaminati, ma anche l'assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni e delle imprese complici di questo business illecito. E' doveroso da parte mia ringraziare, innanzitutto, l'on. Bianca D'Angelo, colei la quale mi ha permesso, con il suo sostegno, di poter cominciare una campagna di prevenzione veicolandola ai vari comuni interessati attraverso uno screening gratuito per la prevenzione del tumore alla mammella, alla tiroide ed alla pelle. Concludo ringraziando le persone che mi hanno seguito fin qui per rappresentare una parte di quei paesi: il vicesindaco di Nola Enzo De Lucia, l'assessore al Bilancio del comune di Casamarciano Francesco Buono, l'assessore del comune di Cicciano Gennaro D'Avanzo, l'assessore comunale di San Paolo Belsito Benedetto Cava, il presidente dell'associazione il Sole Nascente Giovanni Velotti, il vicepresidente Umpli-Campania Luigi Barbati, il coordinatore di Fare Ambiente di Pomigliano avvocato Umberto Guarino, il propietario dei supermercati "Piccolo" presenti su tutto il territorio, il signor Michele Piccolo,che rappresenta le sfide dell'industria agro-alimentare in Campania e, per finire, l'artista Paolo Vecchione che testimonia lo scempio con questi scatti di immagini choc".